Curiosità

Come avere like su Facebook?

Per ottenere risultati tangibili e non affidarsi a caso, è bene studiare una strategia che faccia guadagnare alle nostre pagine una quantità di like interessanti

Facebook è il social network per eccellenza, una passione che coinvolge il 60% di tutti gli utenti internet del mondo. Se per le persone l’utilizzo di Facebook è molto comune, per un brand o un personaggio è addirittura un must, stiamo parlando del social network che ha dato il via a una nuova era dell’advertising: il social media marketing.

Aprire un account Facebook è davvero molto semplice, tuttavia, il problema che si pongono i singoli utenti e gli esperti di web marketing è come dare visibilità alle loro pagine e ottenere un buon numero di like, condivisioni, fan e così via.

Il web pullula di tutorial, trucchi e consigli su come facilitare il compito, in modo da mettere in evidenza i propri contenuti e stimolare la curiosità delle persone grazie ai post più azzeccati, alle migliori foto e ai video più interessanti.

Esiste un modo per avere più like su Facebook? Ci sono alcune tecniche che mettono d’accordo tutti i professionisti del settore:

1. Sviluppare una strategia ponderata per avere più “mi piace” su Facebook

Per ottenere risultati tangibili e non affidarsi a caso, è bene studiare una strategia che faccia guadagnare alle nostre pagine una quantità di like interessanti, in modo che i post, foto o video che siano, attirino l’attenzione e facciano guadagnare amici e fan alla pagina in questione.

Bisognerebbe dedicare del tempo per informarsi sul funzionamento dell’algoritmo di Facebook, oltre che puntare sempre alla massima qualità dei contenuti e scegliere i tag più appropriati, in modo da facilitare le condivisioni e le interazioni, tra cui, ovviamente i like Facebook.  Tuttavia, prima di tutto, viene l’identificazione del target. Ovvero, a che tipo di persone ci si rivolge, quali sono le loro abitudini, che tipo di post apprezzano di più ecc.

2. Completare le informazioni della pagina Facebook in modo adeguato

Avere una pagina Facebook completa di informazioni è, semplicemente, imprescindibile, anche perché il celebre algoritmo del social network tende a penalizzare le pagine incomplete ma, non solo, gli utenti hanno l’impressione di trovarsi di fronte a una pagina Facebook poco accurata e difficilmente la riterranno di qualità e elargiranno i like o si cimenteranno in altre interazioni.

Se si tratta della pagina di un’azienda, le informazioni come orari e contatti sono assolutamente prioritarie. Le foto del profilo, inoltre, sono molto importanti per guadagnare fan e relativi like. Vanno scelte con cura e devono essere esteticamente coerenti con il mood e l’identità della pagina.

Nello scegliere l’immagine del profilo è bene sapere che sugli smartphone sarà visualizzata nel formato 128×128, mentre sul pc sarà 170×170.

L’immagine di copertina invece, sarà 640 x 360 sugli smartphone e 640 x 360 sui pc.

3. Utilizzare foto e video originali

A proposito di foto, è inutile spiegare quanto sono importanti quelle pubblicate. Si tratta del contenuto più immediato e facile da notare, in molti casi, è proprio una foto il primo contatto con un possibile fan, inoltre sono particolarmente gradite all’algoritmo, molto più dei post contenti un link, Facebook non gradisce particolarmente che si portino le persone al di fuori del social network. Le foto che creano un impatto emotivo sono quelle in grado di attirare più mi piace su Facebook e in generale, è buona norma:

  • scegliere foto dai colori vivaci
  • postare foto personali
  • scegliere immagini di almeno 403×403 px.

4. Acquistare i mi piace da siti che offrono servizi per Facebook

Se aprire una pagina Facebook è molto semplice, conquistare i primi like e i primi amici o fan può rivelarsi molto più complicato, anche perché le persone, di norma, non danno troppo credito ai profili che non siano già affermati. Ci vuole dunque molto tempo e uno sforzo considerevole per arrivare a delle medie accettabili.

I professionisti del settore, in questi casi ricorrono a un trucco semplice ed economico. Si rivolgono cioè ai loro provider di fiducia e acquistano i primi fan e i like per i loro primi post, sia foto che video.

ComprareFollower

comprare follower
comprare follower

ComprareFollower è il sito più famoso dove comprare i mi piace e le altre interazioni per i propri post di Facebook. È molto utilizzato dai professionisti del settore, perché i suoi prodotti per social network sono di ottima qualità, i prezzi sono interessanti e i tempi di consegna sono immediati.  Inoltre, nel suo catalogo sono presenti servizi per tutti i social network più importanti e per molti di quelli di nicchia.

Si possono comprare i famigerati mi piace ma anche amici, fan e altre interazioni. Inoltre, questo sito offre 30 giorni di garanzia per ogni acquisto, metodi di pagamento variegati e sicuri e assoluta discrezione e privacy.

Una delle cose che lo ha reso il sito più quotato è la sua equipe di sviluppatori. Si tratta di un gruppo di giovani molto competenti, che conoscono a menadito le nuove tendenze del web e creano prodotti destinati a diventare fondamentali.

Di fatto, questo sito è sempre il primo a mettere a disposizione delle persone le ultime tendenze e, di norma, i suoi competitor si sbrigano ad imitarlo.

Comprare like Facebook.

SocialBoss

social boss
social boss

SocialBoss  è un fornitore molto noto e che gode di una solida reputazione. È molto utilizzato dai professionisti del settore, anche in virtù della sua modularità che consente di creare campagne marketing molto mirate e personalizzate. La sicurezza e la privacy sono garantite, così come l’ottimo servizio clienti e l’alta qualità dei servizi offerti.

Su questo sito, oltre ai mi piace per Facebook, si possono comprare molte altre interazioni per i propri post. Le frequenti promozioni o campagne a punti, limano il budget in maniera significativa, rendendo la popolarità sui social alla portata di tutti.

5. Incuriosire le persone frasi e call to action

In generale, su Facebook, per ottenere un’azione, la cosa migliore è putare a una reazione. Sarebbe a dire che è meglio invitare gli amici e i fan a compiere un’azione piuttosto che aspettare che la compiano di loro spontanea volontà.

Stiamo parlando di quella che in gergo si chiama call to action e, per una maggiore efficacia andrebbe inserita nella parte finale del testo, nel caso di una didascalia o di un post con contenuti scritti. Nel caso dei mi piace, si può direttamente chiedere alle persone che stanno leggendo il post di concederne uno.

Un altro dei trucchi utilizzati, molto simile, è quello di inserire frasi ad effetto, meglio ancora delle domande, all’inizio del testo. Per poi concludere con una call to action.

Entrambe queste strategie, con in più una tag azzeccata sono in grado di far lievitare il numero di “mi piace” di un post.

6. Pubblicare i post negli orari giusti per avere per aumentare i mi piace

Pubblicare sui social non è solo una questione di quantità, ma anche di qualità, soprattutto se si è a caccia di “mi piace”. A parte il fatto, ovvio e banale, che bisognerebbe pubblicare contenuti di qualità, anche il tempismo può fare la differenza. Un post al momento giusto è meglio di 100 post al momento sbagliato.

Per azzeccare le tempistiche è necessario conoscere il proprio target, sapere a che ora si affaccia sui social e in che orari è, di norma, occupato. Una pagina destinata ai nottambuli di certo non pubblicherà alle 9 del mattino, così come una pagina dedicata agli studenti, dovrà tener conto che iniziano a navigare tra le 14.00 e le 15:00.

7. Interagire con gli altri utenti

Sui social network, lo dice la parola, la socialità è fondamentale. Non ha senso inondare la rete di post e basta, essere interattivi è fondamentale. Parlare con gli atri utenti, pubblicare delle reazioni sulle loro pagine e dare loro i famigerati “mi piace” è una strategia vincente, sia sul breve che sul lungo periodo.

8. Impara dalle statistiche

Facebook si basa su un algoritmo estremamente sofisticato, che tiene conto dei fan, gli amici, i mi piace, i commenti, le tag ecc. Per potersi muovere nella maniera più efficace la cosa migliore è capirne la logica. In questo caso, lo strumento più adeguato allo scopo sono le statistiche della pagina che, oltre a tutto, sono anche lo strumento migliore per conoscere i propri fan, i loro gusti e le loro abitudini.

Studiando le statistiche della pagina, i famosi Facebook Insights, inoltre, si può vedere l’andamento dell’account, in termini di numero di “mi piace” e di altre interazioni. Insomma, anche se può sembrare noioso, questo è un tipo di attività che non va assolutamente trascurata.

9. Utilizzare Facebook Ads

In generale Facebook tende a dare più visibilità agli account privati piuttosto che alle pagine di brand o aziende. Per questo tipo di profili, la cosa migliore è quella di pubblicizzare i propri post con gli strumenti messi a disposizione dal social. La procedura è molto semplice, basta cliccare sul pulsante “metti in evidenza” e iniziare a selezionare le proprie preferenza, sia in termini di budget che di target.

Conclusione

Aumentare i “mi piace” sulla propria pagina è un passaggio fondamentale per emergere nel mondo dei social, tuttavia, da sola non è sufficiente. Una vera strategia di marketing deve prevedere anche l’aumento dei fan, degli amici e delle loro interazioni, dai commenti alle condivisioni.

In questo senso, per mantenere delle proporzioni armoniche, i provider di servizi per social, come ComprareFollower o SocialBoss, possono offrire un valido aiuto. Bisogna ricordare, in questo caso, che comprare da siti poco affidabili sarà, nel migliore dei casi, inefficace. Nel peggiore dei casi, potrebbe arrivare a essere molto dannoso per la propria immagine.

Articoli correlati

Back to top button