Cronaca

Come curare le mani durante la pandemia

Due dermatologhe di Harvard svelano le precauzioni per la tutela della pelle provata dalle misure anticovid 19

“Metti il gel disinfettante, lava le mani” sono diventate il nuovo “metti la cera, togli la cera” di quest’anno. Azioni ripetute innumerevoli volte per tutta la giornata fino a che non ritorniamo definitivamente nelle nostre abitazioni. Sono modi per tutelarci dal Covid-19, ma a che prezzo? Le nostre mani si seccano ancor di più con queste operazioni quotidiane. Dermatiti, eczemi sono alcune delle conseguenze dell’uso prolungato di disinfettanti a base alcolica che utilizziamo ogni volta che entriamo negli uffici e nei negozi per evitare il contagio da covid 19.

La salvaguardia delle mani

Le mani già sottoposte durante la stagione invernale alle temperature alte, oggi sono ancor di più messe a dura prova. Secondo le dermatologhe Janelle Nassim e Kristina Liu, che hanno condotto una ricerca per la Harvard Medical School, bisogna seguire alcuni accorgimenti per preservare una pelle morbida:

  • Preparare delle maschere di vaselina per le mani: vengono inserite in guanti pieni del prodotto e rimangono tutta la notte immerse, in modo da idratarsi perfettamente.
  • Asciugare le mani solo leggermente quando si lavano.
  • Applicare una crema idratante mentre la pelle è ancora umida dal lavaggio. Evitare lozioni di crema in flacone perché notoriamente più sottili e a base d’acqua.

Il mercato delle creme idratanti

Ma come sta andando in questo momento l’acquisto di creme per le mani? Ci sono stati incrementi?

Sul sito SUPERBELLE che si occupa di Beauty è riportato che “Durante il 2020 il prodotto di punta è stato il gel igienizzante, tanto che perfino grandi brand hanno creato la loro linea. Ma in ordine di volumi d’acquisto, al secondo posto c’è stata la crema lenitiva per mani, perlopiù riparativa con burro di Karité e glicerina”.

Il mercato del beauty ha cambiato volto e si è adattato alle esigenze dell’italiano medio. Nei primi otto mesi del 2020 c’è stato un aumento di fatturato per i gel igienizzanti, dell’800%. Per non contare tutte le truffe che sono state fatte durante quest’anno, con le forze dell’ordine che hanno sequestrato migliaia di mascherine e gel igenizzanti in tutta Italia, prodotti non a norma, contraffatti, venduti illegalmente, che andavano ad arricchire il mercato nero. Anziché la penuria di pane, questa pandemia ha comportato in certi momenti, la mancanza di questi beni, rivenduti poi a cifre esorbitanti.

Infatti, non a caso, fra i trend di google del 2020 c’è anche “come fare l’Amuchina”, ma al primo posto persiste “come fare il pane in casa”, segno distintivo della mentalità italica: prima la pancia, poi il resto.

La cura della pelle

In questo momento in cui gli ospedali sono invasi dai malati covid e c’è una diffusa saturazione del servizio nazionale sanitario, diventa essenziale prendersi cura di sé da soli. Per questo le indicazioni delle due dermatologhe dell’Università di Harvard vanno seguite alla lettera, così da evitare inutili fastidi che comporterebbero il ricorso alle cure mediche.

Articoli correlati

Back to top button