Lavoro

Concorso Asia Napoli, al via oggi le selezioni: oltre 26mila candidati per 500 posti

Da oggi le selezioni per 500 posti alla Mostra d'Oltremare: i partecipanti si sottoporranno a 50 domande a risposta multipla

Oggi, 12 settembre, iniziano le selezioni del concorso indetto da Asia, l’azienda di rifiuti di Napoli. I candidati che si sono presentati sono 26.114 a fronte di 500 posti disponibili.

Concorso Asia Napoli, le selezioni

Parte da stamane alle 8 alla Mostra d’Oltremare la selezione per 500 posti da operatore ecologico, cioè addetto allo spiazzamento o alla raccolta di rifiuti. È la carica di 26.114 che si sottoporranno a 50 domande a risposta multipla: i test si svolgeranno da oggi fino al 30, suddivisi su tre turni giornalieri.

Quanti laureati si sono presentati per il posto da operatore ecologico?

Sono 1232 coloro che hanno un titolo superiore come la laurea, quasi il 5 per cento del totale, altri 10.445 hanno un diploma di scuola superiore non richiesto dal bando, visto che sarebbe sufficiente la licenza media. Attraverso questo concorso si è dimostrato come le persone siano in cerca di un lavoro in maniera attiva e non si limitano a sfruttare i propri titoli, ma si guardano intorno.

Più del 10 per cento dei concorrenti, 2731 iscritti, ha una età superiore ai 50 anni. Ma sono 200 su 500 i posti che l’azienda ha già deciso di riservare ai contratti di apprendistato: quindi tra i 18 e i 29 anni a prescindere dalla posizione in graduatoria.

Da dove provengono i candidati

Il 98 per cento dei candidati proviene dalla Campania, ma ci sono iscritti da tutte le regioni: in 77 arrivano dalla Lombardia, 61 dall’Emilia, 37 dalla Sicilia e 5 addirittura dall’estero.

La banca dati di Asia

Dal 3 settembre Asìa ha messo a disposizione la banca dati con 5413 domande: si spazia dai mari che bagnano la Grecia, ai testi delle canzoni di Ligabue fino al trattamento degli oli usati. Insomma, dalla cultura generale al codice dell’ambiente. Due giorni fa la municipalizzata ha segnalato errori in una quarantina delle domande. Che sono state eliminate. Non sono mancate le tensioni nei mesi scorsi: dalle proteste dei disoccupati alle denunce di consiglieri comunali e dell’assessore all’Ambiente Paolo Mancuso per fermare sul nascere presunte compravendite di posti di lavoro.

Articoli correlati

Back to top button