Cronaca

Contrabbando di zucchero, sgominata organizzazione criminale

NAPOLI. Partite di zucchero di origine serba e slovena immesse illecitamente nel mercato nazionale e vendute «in nero» a numerosi operatori nazionali del settore vitivinicolo per la sofisticazione dei loro prodotti, in particolare del vino.

Zucchero venduto in nero, l’operazione

È quanto scoperto attraverso le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Napoli Nord e culminate nell’esecuzione, da parte della guardia di finanza di Caserta e degli ispettori dell’Icqrf (Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari) del Mpaaf, di un’ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli Nord nei confronti di 9 persone, 4 delle quali agli arresti domiciliari e 5 con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. È stato inoltre eseguito un sequestro preventivo di beni immobili, rapporti finanziari e partecipazioni societarie per oltre 12 milioni di euro.

Dalle indagini è emersa l’esistenza di una ramificata organizzazione criminale, con proiezione transnazionale, che ha operato fraudolentemente nel mercato vitivinicolo avvalendosi di una fitta rete di persone e imprese compiacenti dislocate, tra l’altro, in Campania, Puglia, Sicilia e Veneto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button