Cronaca

Scampia, barbiere lavorava nonostante i divieti: multati anche i clienti

Intensi controlli per l’emergenza coronavirus Napoli. Nella giornata di giovedì 16 aprile la Polizia Locale del Comune di Napoli ha dispiegato 366 agenti, che hanno verificato i moduli di autocertificazione a 1.994 conducenti di veicoli e ad 881 persone a piedi.

Controlli per il coronavirus a Napoli, il bilancio del 16 aprile

Le pattuglie hanno elevato 15 multe da 533,33 euro per spostamenti privi di “motivate e comprovate esigenze”. Per i trasgressori oltre alla sanzione è scattata anche la segnalazione all’ASL territoriale per l’isolamento fiduciario previsto di un minimo di 14 giorni.

Nella stessa giornata gli agenti hanno inoltre effettuato 474 controlli ai pubblici esercizi per il rispetto delle distanze di sicurezza raccomandate, per il divieto di assembramento e per la verifica dell’idonea certificazione di disinfezione dei locali, oltre ad accertare le prescritte sospensioni delle attività. Sono stati multati 9 titolari di esercizi commerciali per non aver rispettato le disposizioni previste dalla normativa.

Scoperto barbiere al lavoro

A Scampia l’unità operativa territoriale della Polizia Locale ha sorpreso il titolare di un negozio di barbiere che, nonostante i divieti imposti, stava proseguendo l’attività. All’interno dei locali gli agenti hanno riscontrato la presenza di quattro persone in spazi ristretti e senza alcun dispositivo di protezione. Sono stati multati perciò il titolare ed i clienti, con relativa segnalazione all’ASL per le misure di permanenza domiciliare con isolamento.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button