Cronaca

Coronavirus, 32 nuovi contagi a Pozzuoli: la conferma del sindaco

Coronavirus, registrati 32 nuovi contagi e 1 guarito a Pozzuoli. Sono 332 i cittadini attualmente positivi in città

Coronavirus, registrati 32 nuovi contagi e 1 guarito a Pozzuoli. Sono 332 i cittadini attualmente positivi in città. L’annuncio arriva dal sindaco Vincenzo Figliolia.

Pozzuoli, 12 nuovi contagi

“Il dipartimento epidemiologico dell’Asl Napoli 2 Nord mi ha comunicato i dati dell’ultima giornata: sono 32 i nuovi positivi. Alcuni sono ricoverati in ospedale, altri sono in cura presso la propria abitazione, altri – la maggior parte – sono asintomatici e restano in isolamento domiciliare. Un nostro concittadino è definitivamente guarito.
In molti ogni sera mi chiedete una distinzione tra sintomaci e asintomatici. Vi darò nei prossimi giorni uno schema dettagliato degli attuali contagiati, anche con la suddivisione tra ricoverati e in isolamento domiciliare. È un lavoro intenso, rapportato al grande numero della nostra popolazione e dei richiedenti tampone. Attualmente in città non ci sono focolai, il contagio è sparso in modo omogeneo su tutto il territorio.
Ma, al di là di tutto, i numeri confermano la serietà della situazione e questa va affrontata con rigore da parte di tutti noi.
Da domani, venerdì 23 ottobre, entreranno in vigore le nuove ordinanze firmate dal Presidente della Regione Campania.
Sarà possibile restare fuori dalla propria abitazione delle 5 alle 23. Le attività commerciali, sociali e ricreative alle 23 dovranno chiudere e da questo orario in poi saranno consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza o da motivi di salute. Questo vuole dire che nessuno è autorizzato a circolare, se non per validi e verificati motivi, tra le 23 e le 5. (Per le attività di ristorazione con posti a sedere si chiude alle 23; l’asporto è consentito fino alle 21, l’attività al banco fino alle 18)
Sempre da venerdì 23 ottobre per l’intero arco della giornata è fatto divieto di spostamenti dalla provincia di domicilio, dimora o residenza sul territorio regionale verso altre province della Campania. Sono consentiti esclusivamente spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, sanitarie, familiari, scolastiche, di formazione o socio-assistenziali. La disposizione non si applica ai cittadini abitualmente residenti o domiciliati in altre regioni, né al transito necessario allo spostamento dei cittadini campani verso altre regioni italiane o straniere.
Io mi auguro per il bene di tutti che di provvedimenti più restrittivi non ne arrivino, perché non farebbero bene alla nostra economia. Per questo non mi stancherò mai di farvi l’invito alla massima prudenza, a rispettare la distanza di sicurezza, ad utilizzare le mascherine e osservare scrupolosamente tutte le regole, facendo invece l’interesse della nostra salute.
Intanto ho disposto, con apposita ordinanza, la chiusura al pubblico del cimitero comunale nei giorni del 31 ottobre, 1 e 2 novembre 2020. È una misura necessaria per tutelare la salute pubblica, prevenendo gli assembramenti e le violazioni dell’obbligo di distanziamento che potrebbero verificarsi in quelle giornate, occasioni di contagio.
A Pozzuoli, ad oggi sono 512 in tutto gli abitanti della nostra città che hanno contratto il coronavirus dall’inizio dell’epidemia.
– 331 persone sono attualmente contagiate
– 168 persone sono guarite definitivamente
– 13 persone sono decedute”
scrive il sindaco.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto