Cronaca

Coronavirus, chiusi due noti bar del Napoletano: titolare e cameriere positivi

Coronavirus, chiusi due noti bar del Napoletano: si tratta dello chalet Ciro a Mergellina dopo la positività del titolare Antonio Di Martino e il Gran caffè Cimmino in via Petrarca. Nel secondo caso è rimasto contagiato un cameriere.

Coronavirus, chiusi due noti bar

Il patron dello storico chalet di Mergellina ha contratto il coronavirus. «Ho chiuso lo chalet di Mergellina martedì in serata, cinque minuti dopo aver avuto il risultato positivo di un accertamento preliminare al Covid 19. Adesso sono in attesa del tampone vero e proprio. In ogni caso – scrive Antonio Di Martino –  sto bene e non ho neanche particolari sintomi».

«L’ho deciso in maniera autonoma e immediata – precisa – per coscienza e profondo senso di responsabilità. Devo tutelare la salute di clienti e dipendenti. Colgo l’occasione per invitare i miei colleghi a essere altrettanto tempestivi se dovessero trovarsi nella medesima situazione».

«Ovviamente – aggiunge De Martino – abbiamo subito effettuato anche la sanificazione dell’intero chalet, degli impianti di aria condizionata, di tutti i locali frequentati dai camerieri, delle attrezzature e dei relativi laboratori».

Cameriere del Gran caffè Cimmino positivo

«Abbiamo abbassato la saracinesca appena quel dipendente ci ha comunicato la sua positività al virus – spiega Mariano Iannuzzi, uno dei soci dell’attività commerciale – purtroppo, in attesa di avere il risultato del tampone al quale era stato sottoposto, è venuto ugualmente a lavorare. Si è trattato di un paio di giorni ma è chiaro che il personale è stato messo in isolamento in tempo reale».

«Il bar Cimmino tornerà a servire i propri clienti solo quando la situazione sarà assolutamente sotto controllo – conclude Iannuzzi – la nostra attività riprenderà solo ed esclusivamente in totale sicurezza. Altrimenti preferiamo rimanere chiusi».

Articoli correlati

Back to top button