Cronaca

Coronavirus, il Golfo di Napoli si blinda a Pasqua: controlli a tappeto

Il Golfo di Napoli si prepara per una Pasqua blindata. Con l’arrivo delle festività, c’è il timore che qualcuno possa violare le norme di contenimento del coronavirus. Annunciati una serie di controlli a tappeto da parte delle forze dell’ordine.

Coronavirus, controlli a Pasqua nel Golfo di Napoli

Già nella giornata di ieri, a Bacoli, tre famiglie sono state multate e denunciate.  A bordo di tre auto, erano state bloccate per un controllo a Baia. Agli agenti di polizia municipale hanno mostrato una autocertificazione che riportava la seguente dicitura: «Arrivo presso seconda casa per trascorrere le vacanze di Pasqua».

Il caso di Bacoli

Per ogni famiglia sono scattate una denuncia e una multa da 716 euro.  L’episodio è stato reso noto dal sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione. «Sconcertante. Erano sorridenti, e con tanto di valigie al seguito.

In vacanza, senza alcuna percezione del dramma che stiamo vivendo da mesi. Difatti, quando gli è stato detto che non potevano assolutamente venire in città, sono apparsi anche sorpresi. Marziani. Per loro sarà una Pasqua di riflessione. Senza dolce, ma con verbali. Molto salati».

I controlli

Purtroppo, non era da escludersi il verificarsi di questi episodi. Motivo per cui, nel corso delle festività Pasquali, saranno effettuati su tutto il territorio, una serie di controlli a tappeto.

 

Articoli correlati

Back to top button