Cronaca

Coronavirus a Ischia, boom di contagi nella casa di riposo: “Epidemia colposa”

Due morti, 19 anziani positivi al coronavirus, 7 operatori sanitari contagiati e due familiari, tra i quali un bambino di tre anni: sull’isola d’Ischia esplode il caso della residenza sanitaria assistenziale di Villa Mercede, dove il focolaio è divampato in pochi giorni alimentando ansie e polemiche.

Coronavirus ad Ischia

La paziente zero, un’ultrasettantenne deceduta il 13 aprile all’ospedale Rizzoli, avrebbe contratto il virus all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dove era stata trasferita il 6 aprile per accertamenti legati a una differente patologia. Al ritorno, complice un primo esito negativo del tampone, non sarebbero stati adottate tutte le misure per evitare la diffusione del potenziale contagio.

E così martedì scorso è morta una seconda paziente, 76enne, già affetta da una grave patologia. Gli altri positivi, segnala l’Asl Napoli 2 Nord, versano in condizioni considerate buone: nessuno è ricoverato in ospedale e nella Rsa è stato implementato il servizio di assistenza attraverso il reperimento di nuovi infermieri e operatori sanitari. Si attende l’esito degli ultimi dieci tamponi, somministrati ad altri dipendenti della struttura.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button