Cronaca

Napoli, passeggia sul lungomare e finge un malore per non essere denunciato

Sempre più i fitti i controlli per l’emergenza coronavirus Napoli. È andata agli archivi la prima domenica di quarantena obbligata per la città partenopea ma le infrazioni alle norme anti-contagio non sono mancate.

Coronavirus a Napoli, i controlli

Nella giornata di ieri, come sottolinea Il Mattino, polizia, carabinieri e guardie municipali hanno messo a segno quasi 3mila controlli su tutto il territorio del Napoletano.

Il bilancio della domenica

Una pattuglia di carabinieri, nella mattina di ieri, ha notato un ragazzo che passeggiava sul lungomare Caracciolo. Si trattava di un 25enne del quartiere Montecalvario: alla vista dei militari ha finto un malore accasciandosi a terra per evitare la denuncia. Prima dell’arrivo dei soccorsi si è rialzato raccontando la verità e così i carabinieri lo hanno denunciato per inosservanza dei provvedimenti straordinari anti-coronavirus.

Nella notte fermati dai carabinieri due giovani, un 21enne ed un 22enne. Era mezzanotte circa quando sono stati fermati in via Toledo giustificandosi dicendo di essere diretti a casa di un amico per recuperare un joystick per la PlayStation. Anche per loro è scattata la denuncia.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button