Cronaca

Coronavirus a Pozzuoli, non si ferma all’alt: denunciato

Controlli della municipale a Pozzuoli per il rispetto delle misure per il contenimento del coronavirus: non si ferma all’alt, inseguito e denunciato.

Coronavirus a Pozzuoli, i controlli della municipale

Nel corso dei controlli effettuati ieri sera sul territorio comunale dalla polizia municipale di Pozzuoli e finalizzati al rispetto del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e delle ordinanze regionali e comunali, un sessantacinquenne di Quarto è stato inseguito e denunciato dopo che non si era fermato al posto di blocco. 
L’uomo, alla guida di una Lancia Y, è stato fermato sulla variante SS 7 Quater ed ha dichiarato che stava tornando nella sua abitazione di Quarto dopo essere stato a pranzo a casa del fratello residente a Pozzuoli. Gli agenti della municipale lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria perché circolava senza alcuno stato di necessità e per resistenza a pubblico ufficiale. Poiché il veicolo è risultato sprovvisto di assicurazione e revisione periodica, al conducente della Lancia sono stati elevati verbali di contravvenzione al Codice della Strada per un totale di circa mille euro, mentre l’auto è stata sottoposta a sequestro amministrativo.

Le attività degli ultimi giorni

Negli ultimi due giorni la polizia municipale di Pozzuoli ha controllato circa 900 persone tra conducenti di veicoli e pedoni, denunciando a piede libero 50 persone perché circolavano senza alcun motivo valido. Sono stati inoltre controllati circa 140 esercizi commerciali.

Articoli correlati

Back to top button