Attivati dal Comune di Pozzuoli i buoni spesa per chi si trova in difficoltà. Ecco le modalità per accedere al beneficio

coronavirus-pozzuoli-buoni-spesa

Attivati dal Comune di Pozzuoli i buoni spesa per chi è in difficoltà. Disponibili 700mila euro in totale: tutte le modalità per accedere al contributo

Attivati dal Comune di Pozzuoli i buoni spesa per chi si trova in difficoltà. Il Governo ha assegnato 700mila euro per consentire alle famiglie in difficoltà di fare fronte alle esigenze alimentari e di prima necessità attraverso l’erogazione di buboni spesa. Ecco le modalità per accedere al beneficio.

Coronavirus, Pozzuoli: i buoni spesa per chi è in difficoltà

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha parlato del contributo erogato dal Governo e ha spiegato le modalità per accedere ai fondi

Per dare risposte veloci e concrete a chi si sta ritrovando in estrema difficoltà abbiamo stanziato la scorsa settimana 200 mila euro come Comune. Il Governo ci ha assegnato ulteriori 700mila euro per consentire alle famiglie in difficoltà di fare fronte alle esigenze alimbentari e di prima necessità attraverso l’erogazione di buoni spesa. Questa cifra potrà essere aumentata anche grazie alle donazioni dei cittadini. Oggi abbiamo predisposto le modalità e i criteri di erogazione dei buoni spesa. Il nostro intento è di cercare di raggiungere il numero maggiore di persone, anche quelle che non sono in carico ai Servizi Sociali, ma che si trovano in difficoltà. Un primo passo importante per un aiuto immediato ed urgente.

Chi ne può beneficiare?

A partire da domani, tutti i nuclei familiari che si trovano in determinate condizioni, indigenti, percettori di reddito di cittadinanza inferiore a 500 euro, con tutti i componenti disoccupati o inoccupati, senza forme di sostentamento per effetto dei provvedimenti restrittivi, con ammortizzatore sociale inferiore a 500 euro o non percettore di bonus Inps, con pensione minima sociale o in situazioni di disagio economico accertato dai servizi sociali.

Le modalità

È possibile presentare richiesta telefonando dalle ore 9 alle ore 19, dal lunedì al venerdì, ad una serie di numeri, differenti a seconda del territorio di residenza. Sul sito istituzionale del Comune, gli interessati potranno trovare, oltre all’avviso completo, il modulo di autocertificazione da presentare all’Ente.

Questi i contatti telefonici:

  • Centro Storico, Zona Solfatara, Agnano Pisciarelli,Rione Artiaco e Via Campana: 081/8551505-8551515-8551501-8551517.
  • Arcofelice, Rione Toiano, Sotto Il Monte e Lucrino: 081/8551522-8551512-8551509.
  • Monteruscello, Zona Limitrofe Licola Mare e Via Reginelle: 081/19669617-6587026-19936251.

Il ritiro del buono

Dopo gli accertamenti di rito da parte degli Uffici, la consegna del buono spesa avviene, a stretto giro, secondo l’appuntamento preso dall’operatore telefonicamente, allo sportello indicato. I beneficiari sono invitati a recarsi allo sportello muniti di mascherina e guanti, con un documento di identità.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG