Voti, appalti e tangenti il Riesame boccia il gip e cancella quattro arresti

corruzione-turbativa-asta-arresto-revocato

I giudici del Riesame hanno revocato l'ordine di arresto per 4 indagati, tra funzionari pubblici e imprenditori, accusati di turbativa d'asta e corruzione

I giudici del Tribunale del Riesame hanno revocato l’ordine di arresto per 4 indagati, tra funzionari pubblici e imprenditori, accusati di turbativa d’asta e corruzione.

Revocato l’arresto per quattro indagati per corruzione e turbativa d’asta

Gustavo Anaclerio, Luigi Marrone, Antonio Piccolo e Pasquale Viro, tutti coinvolti nell’inchiesta “appaltopoli“, tornano in libertà per ordine del Tribunale.

Le trangenti

Sotto inchiesta i lavori per le fogne nel comune di Polvica, in provincia di Nola: agli atti finisce una tangente di 70mila euro, destinata a Gustavo Anaclerio, all’epoca responsabile della gara d’appalto su cui indaga la Procura. Un’altra tangente, questa volta da 15mila euro, sarebbe stata intascata da Antonio Sommese, che all’epoca era membro dello staff dell’assessore regionale Pasquale Sommese, estraneo alla vicenda.

L’inchiesta

Al centro dell’inchiesta l’imprenditore Guglielmo La Regina, che ha sempre respinto con forza ogni accusa e che è pronto a difendersi da ogni accusa.

TAG