Cronaca

Vaccino Covid, Vincenzo morto poco dopo la dose di Astrazeneca: “Vogliamo la verità”

Vincenzo Russo morto dopo il vaccino anti Covid di Astrazeneca. I parenti chiedono la verità sul decesso del 58enne

È ancora forte il dolore per il decesso di Vincenzo Russo, bidello di 58 anni di Afragola morto dopo aver assunto la prima dose del vaccino anti Covid AstraZeneca. Le cause del suo decesso verranno chiarite dagli esperti del Secondo Policlinico dove è stata trasferita la salma per l’autopsia.

Covid, Vincenzo Russo morto dopo il vaccino Astrazeneca: attesa per l’autopsia

Come riportato dall’edizione odierna de Il MattinoVincenzo Russo lunedì scorso si era recato presso il centro vaccinale della Mostra d’Oltremare dove ha ricevuto la dose di siero anti Covid. Il 58enne di Afragola rientrava nella campagna di vaccinazione in veste di collaboratore scolastico. Stando a quanto raccontato dai medici della clinica Villa dei Fiori di Acerra, dove l’uomo è stato ricoverato, Vincenzo si sarebbe sentito male poco dopo aver ricevuto la dose di vaccino.

Il racconto

I sanitari hanno raccontato: “Esattamente due ore dopo, ce lo ha riferito la moglie: ha accusato nausea, principi di svenimento e spasmi intestinali, senza febbre”. Vincenzo, collaboratore scolastico dell’istituto Viviani di Casalnuovo, s’era subito recato al pronto soccorso della clinica. “Aveva una pressione normale, 120 su 70; ma la moglie ci ha specificato che era più bassa dell’ordinario in quanto lui era iperteso”. Intanto i parenti hanno sporto denuncia. “Stava bene, vogliamo la verità” è il grido di dolore dei suoi cari.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button