Cronaca

Positiva al Covid, le negano al Dad: la storia di Alice

Napoli, dad negata ad una bambina positiva al Covid. "Escludere dalla didattica a distanza i bambini positivi oltre che un presunto illecito"

Dad negata ad una bambina positiva al Covid. Succede a Napoli dove Alice, 11 anni, sta facendo i conti col Coronavirus. Resta a casa dove studia, ma senza poter seguire le lezioni a distanza e vedere i compagni dallo schermo di un computer.

Napoli, dad negata ad una bambina positiva al Covid

“Mi dispiace che la preside non mi permetta di seguire la Dad, perché non solo non posso vedere i miei compagni, ma nemmeno seguire alcune lezioni che su determinati argomenti sono più difficili da apprendere” racconta la bambina al Mattino. Alice frequenta la prima media all’istituto comprensivo Sogliano-Miraglia. Da alcuni giorni ha scoperto di essere positiva al Covid, ma dalla sua stanza non può fruire della didattica a distanza, perché sul sito ufficiale della scuola è stato pubblicato un avviso a firma della dirigente scolastica Maria Beatrice Mancini che così informa i genitori.

La delusione

“Escludere dalla didattica a distanza i bambini positivi oltre che un presunto illecito, è anche una manifesta insensibilità verso un problema che sta affliggendo il mondo intero – spiega papà Alessandro – per il quale a pagare le conseguenze sono spesso anche i bambini più piccoli che si vedono esclusi dalla scuola. Questo sarà un danno incalcolabile per il nostro futuro”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button