Cronaca

Covid, 674 nuovi contagi nel Napoletano: per i tamponi c’è l’esercito

Il coronavirus non dà tregua e segna un nuovo record a Napoli e provincia: registrati 674 nuovi casi. Intanto scende in campo l'esercito

Il coronavirus non dà tregua e segna un nuovo record a Napoli e provincia: registrati 674 nuovi casi. Intanto l’Asl, sulla scia dei contatti avviati dall’unità di crisi con la Sanità militare, si prepara ad allestire presso la sede del Frullone tende dell’esercito in cui processare i tamponi.

Covid, tende dell’esercito in cui processare i tamponi

«Già da lunedì – avverte il manager della Asl Ciro Verdoliva – provvederemo al montaggio delle postazioni fisse per tamponi dedicate a categorie strategiche (medici, infermieri, forze dell’Ordine) impegnando un’area diversa da quella attuale che resta operativa».

Lo scopo è liberare i team formati da medici e infermieri impiegati in quattro postazioni per i tamponi al Frullone che potranno essere dirottati a svolgere funzioni assistenziali nell’ambito delle cure domiciliari gestite della medicina di famiglia nell’ambito dei nuovi protocolli.

Parla Verdoliva

«Le tende dell’esercito stanno già arrivando a Napoli – spiega Verdoliva – perché serve ogni aiuto possibile. Al Frullone, nella sede della direzione generale Asl Napoli 1, attiveremo ulteriori postazioni di tamponi per categorie specifiche, perché dobbiamo evitare il collasso delle forze strategiche, forze dell’ordine, vigili del fuoco, polizia municipale. Stiamo tamponando tutto il tribunale, la procura dei minori. Ogni aiuto operativo è ben accetto. Non possiamo escludere l’ipotesi degli ospedali da campo, ci stiamo lavorando nell’unità di crisi per gli scenari possibili. Noi abbiamo due team in Campania uno è in campo per rendere operative le decisioni prese e una sta studiando gli scenari a brevissimo e breve termine per programmare le azioni. Potrebbe non esserci il tempo per pensare ma solo per fare».

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button