Economia

Crescita economica, aumenta ancora il Pil della Campania

NAPOLI. “Campania regione in crescita”: lo aveva già detto il rapporto Svimez nei mesi scorsi ma, stando a quanto riportato in un articolo de Il Foglio, secondo l’ultimo aggiornamento Istat del dicembre scorso il pil campano è cresciuto nel biennio 2015-2016 del 4,9 per cento anziché del 2,6 per cento, cioè quasi il doppio in più.

Il pezzo è stato riproposto sulla propria pagina fb dal governatore regionale Vincenzo De Luca.

Il post di De Luca

Una nuova età dell’oro?

L’exploit dell’economia campana nel 2016 – scrive Il Foglio – è stato determinato da un vero e proprio boom del valore aggiunto dell’industria in senso stretto (più 7 per cento rispetto al 2015) e da un forte incremento, nell’ambito dei servizi, anche del valore aggiunto dell’aggregato del commercio, trasporti, turismo e comunicazioni (più 4,7 per cento). Nel caso dell’industria la Campania ha surclassato l’Eurozona (più 2 per cento) e la stessa Germania (più 1,9 per cento), nonché ha doppiato la lanciatissima Spagna (più 3,6 per cento). Mentre nel caso di commercio, trasporti, turismo e comunicazioni la Campania è cresciuta per valore aggiunto oltre due volte l’Eurozona (più 1,9 per cento) e ha fatto molto meglio, nuovamente, anche della Spagna (più 3,8 per cento).

Siamo consapevoli – conclude Il Foglio – che non sono indizi sufficienti per poter affermare che la Campania è entrata in una nuova età dell’oro. Ma sicuramente segnalano che essa ha imboccato la via della ripresa economica a ritmi assai più sostenuti rispetto alle altre regioni del Mezzogiorno, facendo leva su tutti i comparti della propria economia reale e sfruttando al meglio anche gli incentivi messi a disposizione dalle politiche economiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button