Cronaca

Csm a Napoli, Paola Balducci: “Incontro profucuo”

NAPOLI. “Un incontro proficuo da cui è emerso che la forte dispersione scolastica è il primo campanello d’allarme, spesso non adeguatamente segnalato. Si tratta di un fenomeno preoccupante, indice del disagio delle famiglie e dei minori che crescono in situazioni di forte crisi economica, di emarginazione sociale e talvolta anche in contesti criminali”. Così Paola Balducci, Presidente della VI Commissione del Csm a margine delle audizioni dei responsabili degli uffici giudiziari del distretto di Napoli.

Le parole del presidente Balducci

“È così che si creano le condizioni affinché i minori vengano intercettati dalla criminalità organizzata. Le sanzioni e la repressione non devono essere l’unica risposta, servono altre vie come ad esempio, la giustizia riparativa per responsabilizzare chi ha commesso un reato”, ha spiegato Balducci.

Le audizioni si sono svolte nel pomeriggio alla presenza del vice presidente del Csm Giovanni Legnini, della presidente Balducci e dei consiglieri Antonio Ardituro, Francesco Cananzi, Maria Rosaria San Giorgio e Aldo Morgigni, nonché dei magistrati segretari e dell’Ufficio Studi, dopo gli ultimi allarmanti episodi che si sono verificati nel capoluogo partenopeo.

Hanno partecipato anche il Presidente della Corte d’Appello di Napoli Giuseppe De Carolis Di Prossedi, del Procuratore Generale Luigi Riello, del Presidente del Tribunale Ettore Ferrara, del Procuratore della Repubblica Giovanni Melillo, del Presidente del Tribunale Minori Patrizia Esposito e del Procuratore presso il medesimo Tribunale Minori Maria Maria de Luzenberger Milnernsheim.

 

Fonte: IlMattino.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button