Cronaca

De Magistris sullo sbarco dei migranti: “Crimine contro l’umanità e genocidio”

NAPOLI. L’ultimo sbarco di migranti in Campania ha suscitato e continua a suscitare polemiche provenienti da ogni angolo della penisola. Oltre all’appello ad una maggiore solidarietà avanzato da Sinistra Italiana, arrivano anche le parole del sindaco Luigi De Magistris che si è espresso ancora una volta con un lungo post sul proprio profilo Facebook.

 

«In molti dovranno rispondere per crimini contro l’umanità»

 

«Una nave di profughi naufraghi è arrivata nei nostri mari: tante donne, giovanissime, morte. È una tragedia senza fine – esordice così Luigi De Magistris nel suo post su Facebook. – Penso, con convinzione giuridica, che molti governanti dovranno essere chiamati a rispondere per crimini contro l’umanità ed anche concorso in genocidio. Reati, tra l’altro, perseguibili d’ufficio.

«A chi è in prima linea come noi, senza soldi e mezzi, tocca accogliere ed aprire il cuore agli ultimi, ai più deboli, a chi ha solo bisogno di cure e amore. Nel frattempo tragedie sociali, povertà crescenti, diritto al lavoro violato, cambiamenti climatici, servizi carenti, beni comuni in sofferenza, espongono territori, città, abitanti ed amministratori ad una situazione insostenibile.

«Ci avete lasciati senza soldi, norme e mezzi – prosegue De Magistris. – Per colpa o dolo. La coesione sociale del nostro Paese è sempre più fragile. Nelle prossime ore vedremo se, finalmente, in zona cesarini, Governo e Parlamento dimostreranno di essere – nell’approvazione della manovra economica – dalla parte della gente, dei loro diritti e dei loro bisogni, oppure, per l’ennesima volta, colpevolmente sordi alle istanze legittime e giuste dei territori, dei loro abitanti e dei rappresentanti democraticamente eletti. Vedremo se penseranno solo ad armi, manager bancari ed opere pubbliche inutili, oppure a coloro che hanno bisogno e sete di giustizia. Ne va della tenuta democratica dell’Italia. Non ci sono scuse plausibili.

 

 

«Sta a Roma decidere – conclude De Magistris – Noi lottiamo sempre, senza mai mollare, su tutti i fronti, nella consapevolezza che sarà, comunque, il popolo, progressivamente, a rimuovere gli ostacoli che impediscono lo sviluppo della persona umana. Chi ostacola giustizia, uguaglianza, solidarietà ed attuazione dei diritti costituzionali, verrà rimosso, con le armi della democrazia, per la Repubblica e per il Popolo»

Articoli correlati

Back to top button