Cronaca

Delitto Coroglio, detenuto minacciato in carcere: subito trasferito

NAPOLI. Minacciato da un gruppo di detenuti e quindi trasferito. Poche ore dopo il suo ingresso in carcere, Francesco Esposito, il 18enne del Pallonetto di Santa Lucia accusato di aver ucciso, insieme a un amico minorenne, Agostino Di Fiore all’uscita della discoteca Riva di Coroglio lo scorso lunedì, è stato subito oggetto di minacce.

Minacciato in carcere: trasferito Francesco Esposito

L’episodio, come riporta Il Mattino, risale a un paio di giorni fa, quando il giovane è stato avvicinato da un gruppo di detenuti che gli avrebbe intimato: «Noi siamo di Secondigliano, ricordatelo: e te la faremo pagare per quello che hai fatto…».

A quel punto, Esposito ha avuto paura e ha subito comunicato quanto accaduto alla famiglia e al suo avvocato difensore, il penalista Giovanni Fusco che lo assiste in questa delicata vicenda giudiziaria.

Subito è scattato un provvedimento di trasferimento per il ragazzo. Via dal padiglione in cui era stato sistemato – e nel quale si sarebbe verificato quel drammatico faccia a faccia con i «secondiglianesi» – e nuova cella questa volta all’interno del padiglione «Napoli».

Articoli correlati

Back to top button