Politica

Di Battista in diretta su Facebook: “Non mi ricandido con il Movimento 5 Stelle”

NAPOLI. Il deputato del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista ha annunciato che non si ricandiderà in Parlamento alle elezioni politiche del 2018. L’annuncio arriva da una diretta Facebook che lo stesso Di Battista ha tenuto sulla sua pagina ufficiale.

 

La diretta di Di Battista

 

«In maniera molto leale e sincera sono qui per darvi una notizia: ho deciso di non ricandidarmi in Parlamento alle prossime elezioni. È una scelta mia, non è legata al Movimento – annuncia Alessandro Di Battista su Facebook.  «Ma non lascio il Movimento, non succederà mai. È una mia seconda pelle. Lo sosterrò sempre, ma al di fuori dei palazzi istituzionali».

Entrato in Parlamento nel 2013, Alessandro Di Battista è subito diventato uno degli uomini più in vista del Movimento 5 Stelle, insieme all’attuale candidato premier Luigi Di Mario. Poco fa Di Battista ha spiegato le ragioni della sua decisione: «Chi mi conosce sa che qualche tempo fa avevo già detto che se si fosse andati a fine legislatura non mi sarei ricandidato per un secondo mandato, per adesso».

 

«Io già mi immagino che qualcuno nei prossimi giorni dirà o scriverà qualcosa per speculare su questa mia scelta – continua Di Battista durante la diretta Facebook. «Diranno che ci sono dissidi tra Beppe (Grillondr) e me o tra Luigi (Di Maiondr) e me: per me Beppe è un esempio e Luigi è un esempio e un fratello. Li sosterrò in campagna elettorale solo che farò una campagna elettorale da non candidato perché in questo momento ho delle altre aspirazioni. Si può fare politica anche fuori dai palazzi. Io prima di fare politica mi occupavo di cooperazione internazionale, scrivevo per il blog. Sarà questo che tornerò a fare dall’estate prossima».

Una nota sui media italiani: «Diranno che ho anticipato i titoli dei giornali perché non ho fiducia nel sistema mediatico italiano: è vero, questo è assolutamente vero».

«Non nego – ha concluso Di Battista -che la nascita di mio figlio è come se avesse dato ancora più benzina a una scelta che era già presa. Quando ti nasce un figlio inizi a pensare moltissimo al tuo futuro, alle tue reali aspirazioni, ai tuoi sogni. E tra i miei sogni c’è la scrittura: continuare a combattere dal punto di vista politico anche attraverso la controinformazione e la scrittura. Tra qualche giorno uscirà un libro che ho scritto sul Movimento, su questa scelta e sulla paternità».

Articoli correlati

Back to top button