Cronaca

Ercolano, dirette hard durante l’orario in servizio: licenziata dipendente comunale

Licenziata la dipendente comunale delle dirette hot di Ercolano, , in servizio da oltre trent'anni e giunta ormai alle soglie della pensione

È stata licenziata la dipendente dell’ufficio comunale di Ercolano responsabile della vicenda delle dirette hot. La commissione disciplinare istituita in municipio ha emesso il suo verdetto, disponendo l’immediato licenziamento della 64enne, in servizio da oltre trent’anni e giunta ormai alle soglie della pensione come riportato da Il Mattino.

Ercolano, licenziata la dipendente comunale delle dirette hot

I commissari hanno ritenuto schiaccianti le prove emerse dal famoso filmato messo in onda, qualche mese fa, da Striscia la Notizia. Il sindaco Ciro Buonajuto aveva già deciso di azzerare lo staff dell’ufficio cimitero. Nei video della dipendente finivano anche cittadini inconsapevoli, che arrivano nel suo ufficio a chiedere di tombe ed esumazioni. Come alcuni suoi colleghi, invece, del tutto consapevoli di quanto accade e che partecipano attivamente alle sue dirette, trasformando la sede distaccata del Comune nel cimitero in una stanza a luci rosse.

Chi è la dipendente comunale di Ercolano scoperta da Luca Abete di Striscia la Notizia

È Ercolano il Comune da dove la donna trasmetteva le sue live. Inoltre, il servizio offerto dalla donna non era affatto gratis. I seguaci, infatti, dovevano pagare con dei Token le “prestazioni” a favore della webcam e ad ogni donazione la donna elargiva dei “contenuti speciali”. Colta quasi in fragrante dall’inviato di Striscia, l’impiegata ha tentato di negare l’evidenza ma proprio in quel momento era in diretta sul sito.

Articoli correlati

Back to top button