Curiosità

I diversi prodotti in commercio a base di CBD

Non tutti conoscono il significato della sigla CDB, una sostanza presente all’interno della canapa e anche della marijuana

 Non tutti conoscono il significato della sigla CDB, una sostanza presente all’interno della canapa e anche della marijuana.

Il suo nome completo è cannabidiolo ed è assolutamente necessario distinguerlo da un’altra sostanza presente nella stessa pianta, ossia il THC. Negli ultimi anni la produzione dei prodotti a base di CBD è molto cresciuta, data anche l’evoluzione delle normative in merito. Per delle informazioni più approfondite potete consultare questo sito.

In generale possiamo definire le due sostanze in questo modo:

  • Il THC, o tetraidrocannabinolo, è il responsabile delle sensazioni in chi lo assume di rilassamento, euforia e modifica delle percezioni spazio-temporali perché è l’elemento psicoattivo presente nella Cannabis.
  • Il CBD o cannabidiolo invece non è psicoattivo, non dà assuefazione e agisce in modo opposto al THC. Le applicazioni terapeutiche risultano essere molteplici e manifestano una bassa incidenza di effetti collaterali.

Gli studi scientifici

La ricerca scientifica ha fatto notevoli studi sui benefici del CBD e sulle sue diverse applicazioni terapeutiche, infatti oggi questa sostanza è riconosciuta come cannabis terapeutica per il trattamento di svariate problematiche di salute.

La ricerca ha riconosciuto il potenziale curativo del CBD principalmente nelle situazioni infiammatorie, ma anche nel trattamento delle convulsioni, degli stati di nausea, per l’insonnia, per il dolore cronico, per gli spasmi muscolari e molto altro ancora.

Gli studi scientifici hanno dunque rilevato che il CBD ha svariate proprietà. È un efficace:

  • Antiepilettico e antispasmodico
  • Ansiolitico e antipsicotico: coloro che soffrono di disturbo ossessivo compulsivo e disturbo post traumatico da stress traggono particolare beneficio dall’uso del CBD, in quanto esso riduce considerevolmente l’ansia. Alcune ricerche in corso sembrano provare l’efficacia del CBD anche come antipsicoticoe come rimedio contro stress e stati ansiogeni. Esso, inoltre, viene sempre più prescritto per combattere stati depressivi ed insonnia.
  • Analgesico: ha un effetto sedativo e rilassante, riduce le infiammazioni e le tensioni, alleviando il dolore.
  • Antinfiammatorio e antiossidante: rappresenta un valido supporto nella cura di patologie della cute come l’acne e la psoriasi. La pelle trae particolare giovamento da questa sostanza, grazie agli acidi grassi, fondamentali per un’azione idratante e lenitiva. Svolge anche una funzione anti-aging.

In altre parole, mentre il THC agisce alterando la mente e producendo così uno stato emotivo deforme, il CBD sembra stimolare la guarigione in diverse patologie.

Come si assume il CBD

Le tipologie di prodotti al CBD in commercio sono molteplici e tutte ricavate da varietà di cannabis iscritte al registro comunitario europeo e quindi ammesse a coltivazioni per uso industriale.

Gli estratti al CBD sono trattati e privati di THC in fase di lavorazione. Rimangono poi monitorati in virtù dei loro aspetti qualitativi e della quantità di cannabinoidi, oltre che delle loro caratteristiche microbiologiche.

L’olio

L’olio di CBD viene venduto in diverse concentrazioni e diluito in maniera più o meno alta con olio di semi di canapa e la sua caratteristica più rappresentativa è la versatilità di utilizzo. Assunto sotto lingua o miscelato con alimenti e bevande consumate quotidianamente, talvolta lo troviamo nella comoda versione in capsule.

La maniera più efficace per un effetto più immediato è l’assunzione sublinguale. Inutile dire che questa tecnica garantisce precisione nel dosaggio e permette di raggiungere gli effetti sperati in maniera celere, tra i 5 e i 20 minuti, in quanto il CBD è assorbito subito dal flusso sanguigno del tessuto orale.

I cristalli

In commercio esistono anche i cristalli di CBD che sono la forma più genuina in cui possiamo trovare il cannabidiolo. Per ottenerli, la sostanza estratta attraversa un processo di trasformazione e raffinazione, che permette al prodotto finale di raggiungere uno stato di purezza elevato. Il CBD inizia a solidificare cristallizzandosi appena superata la soglia dell’80% in fase di estrazione.

Le e-cig

Un grande classico è il CBD sotto forma di booster o e-liquid per le  sigarette elettroniche. In questo caso, l’inalazione di vapori permette un assorbimento pressoché istantaneo della sostanza, regalando una sensazione di rilassatezza immediata.

Gli unguenti

L’uso di unguenti e prodotti topici a base di CBD è indicato per chi soffre di artrite o altre patologie dolorose e/o croniche: sono in commercio, infatti, unguenti, lozioni o balsami che vengono direttamente applicati nelle zone interessate per contrastare le infiammazioni e  dare sollievo al dolore.

Dove acquistarlo

La prima cosa da verificare è che il rivenditore a cui ci si rivolge sia qualificato, come l’eCommerce Justbob che da anni si occupa con successo del settore.

Fortunatamente per tutti gli amanti di questo portentoso eccipiente, l’olio di CBD e prodotti derivati sono attualmente legali, sia in Italia sia nel resto d’Europa, e possono essere acquistati senza bisogno di prescrizione medica a patto che rispettino le quantità di THC previste dalla legge.

Gli store sono differenziati e diffusi su tutto il territorio nazionale, così come online.

Articoli correlati

Back to top button