Cronaca

Docente accoltellata a scuola, il 17enne: “Mi ha messo una nota e abbiamo litigato”

ACERRA. Questa mattina, all’Istituto Superiore Majorana-Bachelete di Santa Maria a Vico, nel casertano, uno studente 17enne di Acerra ha accoltellato la docente di italiana. Il terribile episodio si è verificato dopo che, a detta del giovane, l’insegnante gli aveva messo una nota sul registro. La vittima del violento gesto, la professoressa Franca Di Blasio, 54 anni, ha riportato una ferita alla guancia sinistra. Trasportata in ospedale, è stata giudicata guaribile in 15 giorni.

All’episodio ha fatto seguito l’arrivo dei carabinieri della stazione locale che hanno provveduto a bloccare il 17enne. Quest’ultimo, ascoltato dal pm del Tribunale dei Minori che disposto il fermo per lesioni aggravate e porto illegale di oggetti atti ad offendere, è stato condotto a Napoli presso il Centro di Prima Accoglienza minorile dei Colli Aminei.

Le reazioni

L’episodio è stato commentato da più parti. Le istituzioni, nella figura del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, hanno espresso una “ferma condanna” dell’accaduto, contattando immediatamente la docente ferita alla quale è stata rivolta la “piena solidarietà e vicinanza a lei, alla dirigente, a tutto il corpo docente”.

“E’ inaccettabile – ha aggiunto Valeria Fedeli – il fatto stesso che lo studente sia andato a scuola portando con sé un coltellino”. Anche gli studenti della scuola in cui si è verificato l’episodio hanno fatto sentire il proprio parere via Facebook: “Intendiamo assolutamente dissociarci e condannare l’atto di violenza di cui si è reso protagonista uno studente del nostro istituto”, si legge nel post, “il gesto ci lascia amareggiati e stupiti. Esprimiamo il nostro affetto alla nostra Professoressa e all’intero corpo docente che quotidianamente si prende cura di noi, non solo istruendoci, ma soprattutto educandoci al rispetto delle regole e delle persone”.

Secondo quanto raccontato dal giovane aggressore e riportato da Anteprima24.it, tutto sarebbe partito dalla decisione della docente di interrogarlo. Lui ha rifiutato di sottoporsi all’interrogazione portando la professoressa a rinunciare. “A quel punto – ha detto il 17enne – le ho chiesto di andare in bagno ma lei non ha voluto, e mi ha messo una nota; le ho chiesto di togliermela, abbiamo litigato e ho preso il coltello. Non volevo colpirla”. Il padre del giovane, che non ha mai avuto problemi con la giustizia, ha dichiarato: “Mio figlio ha fatto una stupidaggine”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button