Curiosità

Donnarumma contestato a San Siro: “Violenza morale? Vattene”

CASTELLAMMARE DI STABIA. Le parole del procuratore-vip Mino Raiola non fanno trovare pace al portiere stabiese del Milan Gianluigi Donnarumma. Dopo le dichiarazioni del suo agente – che ha parlato di «violenza morale» all’atto della tanto chiacchierata firma del rinnovo con i rossoneri la scorsa estate – la Curva Sud del Milan non ha esitato a ribadire la propria posizione.

Nel mirino degli ultras rossoneri finisce proprio il giovane Donnarumma, insultato al suo ingresso in campo prima del fischio iniziale di Milan-Verona (partita valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia). Inoltre, il numero 99 originario di Castellammare di Stabia ha letto lo striscione esposto dalla Curva che recitava: «Violenza morale 6 milioni all’anno e l’ingaggio di un fratello parassita?».

Le contestazioni non hanno lasciato indifferente il portiere del Milan che, negli spogliatoi, è stato rincuorato dal capitano rossonero Leonardo Bonucci, come documentato dalle telecamere della Rai.

Articoli correlati

Back to top button