Politica

Due guardie giurate per ogni perlustrazione, il provvedimento della Questura

NAPOLI. La Questura di Napoli impone due guardie giurate in ogni pattuglia in perlustrazione. Il commento del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli: “Se fosse arrivato prima, questo provvedimento avrebbe evitato la morte di Della Corte”.

Il pensiero a Franco Della Corte

“Se il provvedimento adottato in questi giorni dalla Questura di Napoli fosse stato adottato qualche mese fa, molto probabilmente, Francesco Della Corte sarebbe ancora vivo, ma ringraziamo comunque il Questore per averlo adottato”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che si è fortemente battuto con le associazioni di categoria per ottenerlo, ricordando che “la circolare della Questura di Napoli, che obbliga le società di vigilanza a prevedere la presenza di almeno due persone nelle pattuglie in perlustrazione per le strade di Napoli e provincia, va a esaudire una richiesta avanzata in più occasioni dalle guardie particolari giurate”.

“Purtroppo Della Corte, proprio perché era solo, finì nel mirino di una baby gang che lo lasciò agonizzante a terra all’ingresso della stazione di Chiaiano della metropolitana” ha ricordato Borrelli per il quale “questa decisione della Questura, ora, ridà un minimo di serenità alle guardie giurate di Napoli e provincia che potranno lavorare in un clima più sicuro e sereno e continuare il loro importante lavoro che garantisce sicurezza, coadiuvando, nei fatti, le forze dell’ordine”.

Articoli correlati

Back to top button