Cronaca

Vandalismo, rapine e violenze: “Costretto a chiudere l’edicola”

NAPOLI. Il titolare di un’edicola che si trova all’interno della stazione metropolitana Linea 2 di Bagnoli ha chiuso il proprio esercizio commerciale in seguito ad una serie di atti vandalici, rapine e violenze subite. Come riportato da ilroma.net, il commerciante Gianni Vona ha detto basta, anche a causa di una mancanza di sicurezza all’interno della stessa stazione con una sola telecamera di sorveglianza, tra l’altro non funzionante.

Furti reiterati e mancanza di sicurezza

«Tre i tentativi di furto, due volte andati a segno. I problemi sono iniziati nel 2016, da quando ci sono i lavori per la ristrutturazione della stazione, ma prima e in quindici anni circa dall’inizio dell’attività non ho mai avuto difficoltà e preoccupazioni – ha dichiarato il commerciante – Una settimana fa in 48 ore i ladri sono entrati forse passando dai binari, hanno rotto il vetro antisfondamento del negozio e hanno portato via caramelle, biscotti, figurine Panini e il relativo reso, biglietti della metro e dei bus, e il fondo cassa».

«Sono stanco di sopportare e lavorare con l’ansia addosso, anche perché sfiduciato – prosegue – Nessuno ha preso provvedimenti, compresa Trenitalia proprietaria dell’esercizio, e ora intendo voltare pagina definitivamente, sia anche per il poco guadagno, la carta stampata non si vende più come prima, sia perché da solo non posso più andare avanti. Mi fa troppo male a 41 anni vedere al mattino lo scempio avvenuto di notte nel mio esercizio e non poter fare niente. A questo punto dovrò iniziare da capo, però ringrazio di cuore gli amici e i bagnolesi che mi stanno sostenendo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button