Cronaca

Edificio pericolante blocca le ferrovie: disagi sulla Napoli-Salerno

Edificio pericolante blocca le ferrovie: disagi sulla Napoli-Salerno per i viaggiatori, linea interrotta da venti giorni

Individuato edificio pericolante che blocca le ferrovie causa disagi sulla NapoliSalerno. I viaggiatori sono costretti a scendere alla stazione di Torre Annunziata. Linea interrotta da venti giorni, tutto ha inizio lo scorso primo ottobre e non si sa quando finirà.

Edificio pericolante blocca le ferrovie: disagi sulla Napoli-Salerno

Sono decine di migliaia i viaggiatori che ogni giorno per quel tratto sono costretti a scendere e prendere un autobus. Tempi più che raddoppiati e pullman che intasano il passaggio. Un inferno contro il quale protestano associazioni, comitati, cittadini, sindaci senza trovare alcun rimedio.

Linea ferroviaria interrotta

La linea ferroviaria è interrotta a causa di un palazzo pericolante, ma i proprietari, secondo quanto riportato dal Mattino, di quel palazzo non si trovano. Ne è stato individuato soltanto uno ma per avviare l procedure si sta aspettando il via libera del Giudice. Per ora, quindi, quel tratto rimane pericoloso.

L’evacuazione dell’edificio

Per questioni di sicurezza, il primo ottobre, i Vigili del Fuoco hanno disposto l’evacuazione del fabbricato e la sospensione del passaggio treni di linea. Il palazzo è antico per questo, quando il Comune di Torre del Greco ha cercato i proprietari degli appartamenti del fabbricato per imporre loro di provvedere agli immediati interventi di messa in sicurezza, ne ha trovato solo uno, disposto a fare i lavori  e ha chiesto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata l’autorizzazione a procedere. Il comitato “Etica & Salute” chiede un intervento dei sindaci del territorio per sollecitare Trenitalia e la Commissione regionale a trovare soluzioni in tempi rapidi. I sindaci, sia quelli del Salernitano che della provincia di Napoli, hanno chiesto alla Regione di essere convocati. In Prefettura, invece, è stato istituito un tavolo a cui partecipano tecnici della stessa Prefettura, di Rete Ferroviaria Italiana e del Comune di Torre del Greco per seguire gli sviluppi della vicenda e abbreviare i tempi. Ma c’è da attendere per l’ok definitivo.

Articoli correlati

Back to top button