PoliticaSpeciale Elezioni

Elezioni comunali 2021 a Vico Equense: liste e candidati

Elezioni comunali 2021 a Vico Equense: Liste | Candidati | Dove si vota | Quando si vota | Informazioni utili | La Guida

Si vota a Vico Equense per le elezioni comunali 2021. Ecco le liste, i candidati e tutte le informazioni utili sulle amministrative. Le consultazioni elettorali si svolgeranno nei giorni di domenica 3 ottobre e di lunedì 4 ottobre 2021, con eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci nei giorni di domenica 17 ottobre e di lunedì 18 ottobre 2021.

Elezioni comunali 2021 a Vico Equense

Si voterà la domenica dalle ore 7:00 alle ore 23:00 e il lunedì dalle ore 7:00 alle ore 15:00, il tutto per evitare code e assembramenti ai seggi. La legge elettorale in vigore prevede, nei comuni con più di 15mila abitanti, che se nessuno dei candidati dovesse riuscire a ottenere il 50% dei voti allora si debba tenere un ballottaggio tra i due più votati dopo due settimane.

Liste e candidati

Quattro in corsa per succedere ad Andrea Buonocore: Peppe Aiello, Maurizio Cinque, Giuseppe Ferraro e Giovanni Ponti. 


Candidato sindaco Peppe Aiello

Tra la gente

Andrea Buonocore detto Andrea, Raffaella Arpino, Mario Balestriere, Antonio Cioffi, Gianluca De Martino, Raffaella Sara De Rosa detta Sara, Francesco De Simone detto Blek, Andrea Esposito, Francesco Lombardi detto Diego, Chiara Marrone, Domenico Trombetta, Antonio Vanacore, Ida Vanacore, Vittoria Vanacore detta Vittoria

L845

Bartolomeo Arpino, Maria Paola Avellino, Giuseppe Caccioppoli detto Peppe, Aurelio Celentano, Natascia Cerasuolo, Cilento Giuseppe detto Peppe, Libera Di Gennaro, Marilisa Di Guida, Daniela Di Martino, Michela Guida, Ciro Maffucci detto Ciro, Pietro Mario detto Pietro, Roberto Persico, Rossella Staiano detta Rossella, Luigi Verde, Antonietta Violante

Fratelli d’Italia

Daniela Gianna detta Daniela, Giuseppe Russo detto Peppe, Giovanni Starace, Andrea Balestrieri detto Andrea, Ferdinando Astarita, Giuseppe Guidone, Raffaele Coppola, Giancarlo Cosenza, Raffaele De Simone, Luigi Apuzzo, Maurizio Guida, Martina Benedetta Circiello detta Martina, Vincenza Cioffi detta Enza, Angela Caso, Rosa Cavaliere, Immacolata Spasiano detta Imma

Udc

Gennaro Cinque detto Telearredo, Vincenzo Cioffi detto Maresciallo, Sara Savarese, Antonino De Simone, Antonino Di Martino detto Guardiano, Patrizia Aiello, Ciro Starace, Raffaele Cacciapuoti detto Nino, Mariangela Savarese detta Angela, Emanuela Ferro detta Manuela, Mario Savarese, Mariateresa Buonocore detta Titti, Mariagrazia Celentano, Orlando Todisco detto Orlando, Dario Scaramellino, Pietro Barba

Peppe Aiello sindaco

Carolina Apuzzo, Michele Arpino, Maria Castellano, Martina Celentano, Sebastiano Cioffi, Giuseppina Doriano, Eugenio Esposito, Salvatore Guida detto Presidente, Federica Leone, Domenico Raganati, Filomena Somma, Bartolomeo Staiano detto Bartolo, Colomba Staiano, Daniele Vinaccia, Giovanni Visco, Antinea Verrone


Candidato sindaco Maurizio Cinque

Vico Sostenibile

Giuseppe Alvino detto Peppe, Francesca Esposito detta Francesca, Roberto Bracciale, Michele Cannavacciuolo, Francesco Caso, Roberto Di Maio, Viviana Esposito, Antonino Guida, Carmen Prisco, Angela Savarese, Annamaria Starace, Sonia Ferraro

Maurizio sindaco

Raffaele Giannico detto Lello, Luisa Aiello, Maria Di Martino detta Marialuisa, Giuseppina Porzio, Gioacchino Cioffi detto Giacchino, Raffaella De Simone, Giovanna Apreda, Francesco Starace, Enza Breglia, Carmine Giovanni Tramparulo detto Giovanni, Marco Vanacore, Aldo Buonocore detto Aldo, Salvatore Mariano De Martino detto Mariano, Tommaso Maresca detto Tommasone

Società civile

Luigi Vanacore detto Ginetto, Mariacarmela Esposito detta Marica, Bartolomeo Arpino detto Bartolo, Gianpaolo Apuzzo, Antonietta Di Martino, Antonio De Simone, Giuseppina Cinque, Michele Buonocore detto Michele, Claudio Coppola, Anna Cuomo, Giuseppe Guidone, Giacomo Caso, Giuseppe Di Caterina detto Pinotto, Anna Di Gennaro

Movimento 5 Stelle

Antonio Irlando, Gaetano De Simone, Giuseppina Di Palma, Agostino Cafiero, Giovanna Montuori, Clementina Esposito, Luca Bifulco, Antonio Staiano, Dario Magliano, Bartolo Mariano Castellano, Valentina Carbone, Nicola Martone, Gaia D’Averio, Aniello Cuomo

Liberamente

Antonio Breglia, Carmela carbone detta Lina, Luigi Cioffi, Assunta Buonocore, Adelina Ferraro, Adele Cosentino, Camillo Vanacore detto Camillo, Francesca Martire, Renato Guidone, Maria Vanacore, Francesco Staiano, Mara De Simone

Amici a quattro zampe

Angela Esposito, Antonio Parlato, Vincenzo Mastro, Ilaria Del Pizzo, Roberto Marcantonio, Carmen Natasha Staiano, Vincenzo Imperato, Elisabetta Maresca, Serghij Francesco Arpino, Ciro Giovanni Cioffi, Elvira Imperato


Candidato sindaco Giuseppe Ferraro

Vico Equense domani

Maria Teresa Eusebio, Francesco Cuomo, Giuseppe Dilengite, Giuseppe Arpino, Rosario Climaco, Elisabetta De Feo, Antonino De Gregorio, Assunta Di Palma, Luigi Iovine, Vincenzo Mottola, Antonino Staiano, Aurelia Veronica Visco

Vico viva

Massimo Trignano, Olimpia Apuzzo, Massimo De Simone, Raffaele De Simone, Adriano Ferraro, Assunta Ferraro, Antonino Maresca, Francesco Rapesta, Luigia Maria Rosaria Colomba Tortora, Giuseppina Vanacore detta Giusy, Luisa Vanacore, Giorgio Conte


Candidato sindaco Giovanni Ponti

Ponti per Vico

Giosuè Maresca, Marco Ruggiero, Antonio Cappiello, Zena Rotundi, Rosa Vanacore, Angela Caso, Maggiorino Vanacore, Teresa De Pascale, Olimpia Persico, Alessio Marciano, Francesco Parlato, Angela Vanacore

Rinascimento-Rosa come la forza

Ciro Antonio Iezza, Giuseppe Guerra, Lucia Staiano, Alfonsino Savarese, Michela Arpino, Elena Sorrentino, Raffaele De Martino, Mariangela Ferraro, Raffaele Martorano, Giuseppe Porzio, Rosa Porzio, Nicola Celentano, Mario Scarpati

Ponti con la cultura

Raffaele Cioffi, Caterina Maresca, Pasquale Castellano, Raffaele Persico, Emilio Gargiulo, Rosa Maria Ponti, Marika Parlato, Giuseppe Cuomo, Raffaele Caso, Ferdinando Parlato, Pasquale Cilento, Marilena Esposito, Eugenio Fucito


Come si vota?

Le procedure di voto dovranno rispettare precise misure e regole stabilite con il decreto legge numero 117 del 17 agosto 2021, consultabile e scaricabile dalla Gazzetta ufficiale. Il decreto stabilisce che, limitatamente alle consultazioni elettorali dell’anno 2021, il cittadino che vota, dopo essersi recato in cabina ed aver votato, deve inserire la scheda personalmente nell’urna. 

All‘elettore sarà consegnata una sola scheda. Ciascun elettore può:

  •     tracciare un solo segno sul candidato sindaco: in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
  •     tracciare un solo segno su una delle liste, il voto viene attribuito alla lista e al candidato sindaco collegato a tale lista;
  •     tracciare un segno sul candidato sindaco e su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco, il voto viene attribuito sia al candidato sindaco sia alla lista;
  •     esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco e un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto espresso viene attribuito sia al candidato sindaco sia alla lista non collegata;
  •     l’elettore, infine, può esprimere fino a due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere, ma di genere diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (ossia il 50% + uno). Se nessun candidato sindaco raggiunge tale soglia – solo per i comuni al di sopra dei 15mila abitanti – si tornerà a votare per l’elezione diretta del sindaco domenica 17 e lunedì 18 ottobre per il ballottaggio tra i due candidati sindaci più votati. Per votare l’elettore deve usare esclusivamente la matita copiativa che gli viene consegnata al seggio. L’elettore, prima di uscire dalla cabina, deve ripiegare la scheda, secondo le linee lasciate dalla precedente piegatura.

Chi vota

Per le consultazioni amministrative votano gli iscritti nelle liste elettorali che avranno compiuto il 18esimo anno di età entro domenica 3 ottobre 2021 compresa. Il voto si esercita presentandosi di persona presso la sezione elettorale del comune nelle cui liste si è iscritti. Per alcune categorie di elettori la legge prevede modalità di voto con procedura speciale:

  •     i militari delle forze armate, gli appartenenti a corpi organizzati militarmente per il servizio dello Stato, le forze di polizia e il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per causa di servizio;
  •     i componenti dei seggi, i rappresentanti dei partiti o dei gruppi politici presenti in parlamento, sono ammessi a votare nella sezione presso la quale esercitano il loro ufficio;
  •     i ricoverati in ospedali o case di cura sono ammessi a votare nel luogo di ricovero;
  •     i detenuti, ancora in possesso del diritto di voto sono ammessi ad esercitarlo nel luogo di reclusione;
  •     i marittimi e gli aviatori, impossibilitati a votare nel comune di residenza, possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per motivi di imbarco.

Tessera elettorale

Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la tessera elettorale, insieme alla carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione, anche se scaduto, purché possa assicurare la precisa identificazione del votante.

In mancanza di documento, l’identificazione può avvenire anche attraverso:

  •     uno dei membri del seggio che conosca personalmente l’elettore e ne attesti l’identità;
  •     un altro elettore del comune (conosciuto dai componenti del seggio e provvisto di documento di identificazione), che ne attesti l’identità.

Elezioni amministrative 2021: voto in ospedale

Possono votare anche i cittadini ricoverati in ospedale. In particolare nelle strutture sanitarie da 100 a 199 posti letto, che ospitano reparti COVID-19 vengono istituite specifiche sezioni elettorali ospedaliere.

Ogni sezione è abilitata alla raccolta sia del voto domiciliare degli elettori in isolamento fiduciario o quarantena sia dei ricoverati presso reparti COVID-19 di strutture sanitarie con meno di 100 posti letto.

Nei comuni nei quali sono assenti strutture sanitarie possono essere istituiti, presso uno o più uffici elettorali di sezione di riferimento diversi dalle sezioni ospedaliere, seggi speciali nominati dal sindaco. Questi seggi speciali provvedono alla raccolta del voto degli elettori e, successivamente, all’inserimento delle schede votate nelle urne degli uffici elettorali di sezione di riferimento, ai fini dello scrutinio.

Al fine di garantire adeguate condizioni di sicurezza nell’espletamento delle fasi di raccolta del voto degli elettori positivi al COVID-19 in trattamento ospedaliero o domiciliare e di tutti coloro che si trovano in isolamento fiduciario, i componenti delle sezioni elettorali ospedaliere istituite presso strutture sanitarie che ospitano reparti COVID-19 e dei seggi speciali, sono muniti delle certificazioni verdi COVID-19.

Elezioni amministrative 2021: votare in quarantena o isolamento

Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per covid sono ammessi al voto presso il comune di residenza.

In questo caso gli elettori devono far pervenire al sindaco del comune in cui sono iscritti, nel periodo tra il decimo giorno e il quinto giorno che precede le elezioni i seguenti documenti:

  • una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio e recante l’indirizzo completo di questo;
  • un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale, in data non anteriore al quattordicesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti l’esistenza delle condizioni di isolamento o quarantena.

Elezioni 2021: sanificazione dei seggi elettorali

In considerazione del livello di esposizione al rischio di contagio da COVID-19 connesso allo svolgimento dei compiti istituzionali, è istituito nello stato di previsione del Ministero dell’interno un fondo con una dotazione di euro 11.438.910 per l’anno 2021, destinato a interventi di sanificazione dei locali sedi di seggio elettorale in occasione delle consultazioni elettorali dell’anno 2021.


Leggi anche:


 

Articoli correlati

Back to top button