PoliticaSpeciale Elezioni

Comunali Napoli, Exit poll: Manfredi a valanga su Maresca e vittoria al primo turno

Potrebbe vincere già al primo turno il candidato di centrosinistra al comune di Napoli, Gaetano Manfredi. Secondo i primi exit poll Manfredi avrebbe addirittura la possibilità di doppiare il candidiato del centrodestra Catello Maresca

Elezioni 2021 a Napoli – Potrebbe vincere già al primo turno il candidato di centrosinistra al comune di Napoli, Gaetano Manfredi. Secondo i primi exit poll Manfredi avrebbe addirittura la possibilità di doppiare il candidato del centrodestra Catello Maresca. Intorno al 10% si attesterebbe Antonio Bassolino, molto in ritardo la canddiata del sidnaco uscente, Alessandra Clemente.

Intention Poll Tecné su Napoli: Manfredi potrebbe superare il 60%

Secondo intention poll realizzato da Tecné per Mediaset (con una copertura del 95%) relativo alle amministrative a Napoli: candidato di Pd, Leu e M5s Manfredi è accreditato del 57-61%, seguito da Xatello Maresca 19-23%. Bassolino (lista civica) resta tra il 9 e il 13%, sale Clemente (Sinistra) dato tra il 4 e l’8%. Già Opinio-Rai e Youtrend-Quorum-SkyTg24 davano Manfredi saldamente in vantaggio e dunque verso una chiara vittoria al primo turno, senza necessità di ballottaggio.

Elezioni Napoli, i primi exit poll: Manfredi vince al primo turno?

I dati sull’affluenza evidenziano la disaffezione degli elettori per la politica ma anche e soprattutto la mancanza di fiducia in chi si candida per il governo della città. Per questo motivo, chiunque vincerà, potrà dire di avere la maggioranza di una minoranza.

Elezioni Napoli exit poll Manfredi vince

La campagna elettorale è stata caratterizzata da un considerevole numero di liste civiche e di candidati per i 40 posti di consigliere comunale. I 7 candidati rappresentano, dunque, una parte relativa dell’elettorato.

Durante le fasi delle votazioni sono state decine le denunce nei confronti di chi ha fotografato la scheda elettorale, alcuni l’hanno addirittura postata sui loro social commettendo un reato grave che riguarda la segretezza del voto. Altra chimera, superata con escamotage più o meno evidenti, è il silenzio elettorale. Valso solo per l’informazione rappresentata da giornali, tv e radio, ma completamente travolto dall’ondata social che non ha alcun argine.


Leggi anche:

 

Articoli correlati

Back to top button