Politica

Elezioni politiche 2018, Di Maio tre volte Sgarbi

POMIGLIANO D’ARCO. Luigi Di Maio al 64%, Vittorio Sgarbi al 20%: i numeri sono impietosi con il critico d’arte, che pure si era speso e sforzato parecchio in questa campagna elettorale sfidando Luigi Di Maio nel suo territorio.

I dati definitivi: Luigi Di Maio è al 63,41%, seguito da Vittorio Sgarbi al 20,37%. Si ferma al 12% Antonio Falcone, candidato del centro sinistra.

Di Maio sconfigge Sgarbi

Vero è che il dato è ancora provvisorio, ma dopo 36 sezioni scrutinate su 251 il distacco appare incolmabile. Luigi Di Maio, nel quadro generale del trionfo del Movimento cinque stelle, si avvia a conquistare l’elezione alla Camera dei deputati nel collegio uninominale di Acerra/Pomigliano.

“La verità è che Salvini ha vinto perché è stato tra la gente, è un uomo, un fratello, Berlusconi è stato in tv, distante. Di Maio è stato un cialtrone che ha puntato all’assistenzialismo, al reddito di cittadinanza. È una cosa inquietante. Quando i cittadini si accorgeranno che non potrà mantenere quello che ha promesso, lo manderanno via a calci nel culo. È una vergogna”. Così Vittorio Sgarbi, candidato di Forza Italia all’uninominale nel collegio di Acerra/Pomigliano (lo stesso del candidato premier del M5S Luigi Di Maio) ai microfoni del Tg3.

ELEZIONI POLITICHE 2018, LO SPOGLIO IN DIRETTA

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button