Politica

Elezioni 2018, quando Ischia e Capri si scoprirono della Lega

ISCHIA – CAPRI. Molti cittadini del Mezzogiorno d’Italia, in questi giorni, continuano a chiedersi: “Ma come ha fatto la Lega a prendere voti al Sud?”. Ora, a prescindere da denunce e ombre sul voto che non sono mancate in alcune zone di Napoli (ma di cui non si può dire nulla con certezza), l’unico dato di fatto è che la Lega di Matteo Salvini è riuscita nell’interno di ottenere un buon numero di voti anche al Sud.

Una strategia che ha permesso al leader leghista di ottenere l’importante risultato elettorale di cui si parla tanto in questi giorni e, soprattutto, lo storico sorpasso ai danni di Silvio Berlusconi all’interno della coalizione di centro destra.

Tutto questo è stato possibile perché, in effetti, per la Lega i voti sono arrivati anche dal Sud. E le percentuali parlano chiaro. A partire anche dalla Campania e, in particolar modo, dalle isole.

I voti della Lega a Ischia e Capri

Al netto del rapporto voti/popolazione, le isole campane hanno fatto registrare un’elevata percentuale di preferenze per la Lega di Salvini.

La Lega a Ischia

In particolare, alla Camera, Ischia ha portato alla Lega 545 voti, ovvero il 5,52%. Nulla se comparato ai dati che arrivano dai collegi settentrionali. Tantissimo se si considera che, fino a poche settimane fa, il partito si chiamava ancora Lega Nord e, fino a pochi anni fa, parlava di campani, lucani, pugliesi e siciliani come oggi parla di senegalesi, nigeriani e africani in genere.

La percentuale cresce se si tiene conto dei voti al Senato. In questo caso, la Lega ha ottenuto il 5,67% a Ischia per un totale di 502 preferenze. Numeri costanti anche negli altri collegi dell’isola, da Barano d’Ischia a Lacco Ameno, passando per Casamicciola Terme e Serrara Fontana.

Sia alla Camera che al Senato, nei collegi dell’isola le percentuali della Lega variano dal 3% al 5% e oltre.

La Lega a Capri

Sembra fare ancor più fragore l’esito delle elezioni politiche a Capri. Qui il centro destra ha vinto con la candidata Annalisa Vessella Pisacane, che si è piazzata davanti al candidato del Movimento cinque stelle Catello Vitiello.

Va da sé che anche le percentuali relative alla Lega aumentano: con il 7,56% delle preferenze, nel solo collegio di Capri il partito di Matteo Salvini ha ottenuto 251 voti alla Camera.

Numeri simili si sono registrati ad Anacapri: 6,51% per un totale di 204 voti per la Lega.

Al Senato, nel collegio di Capri i leghisti hanno ottenuto il 7,49% delle preferenze, ovvero 226 voti. Ad Anacapri, la percentuale è del 6,50%  per un totale di 185 voti. In entrambi i casi, ha vinto il candidato del centro destra Crescenzio Rivellini. A livello di circoscrizione, l’ha spuntata invece la candidata del Movimento cinque stelle Virginia La Mura.

 

LEGGI ANCHE:

Elezioni politiche 2018, gli eletti in Campania partito per partito

L’ascesa di Salvini in 5 felpe

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto