Cronaca

Cade da un’impalcatura e muore dopo sette mesi: rinvio a giudizio per il datore di lavoro di Napoli

Rinviato a processo il datore di lavoro napoletano di 54 anni

Enrico De Waure muore dopo essere caduto da un’impalcatura a Roma: è stato rinviato a processo il datore di lavoro napoletano di 54 anni.

Roma, Enrico De Waure muore: processo per il datore di lavoro

Il Gip di Napoli Rosaria Maria Aufieri, accogliendo la richiesta del sostituto procuratore Mario Canale, ha rinviato a giudizio un napoletano di 54 anni, con l’accusa di omicidio colposo, con l’aggravante di essere stato commesso in violazione delle norme antinfortunistiche.

Il rinvio a giudizio

L’uomo è stato rinviato a giudizio per la morte di Enrico De Waure, 63 anni, avvenuta il 9 luglio 2020, dopo una rovinosa caduta da un’impalcatura in via Vincenzo Ciaravolo. Il decesso sopraggiunse dopo oltre sette mesi dall’incidente. Secondo gli inquirenti il lavoratore venne mandato a lavorare a due metri d’altezza, senza alcun dispositivo di sicurezza e su di un trabattello “di fortuna” privo di parapetti, per tinteggiare un’abitazione.

La prima udienza

L’imputato dovrà comparire per la prima udienza del processo il prossimo 3 giugno 2022.

Articoli correlati

Back to top button