Cronaca

Paghi, ma la benzina non esce: la truffa scoperta da Striscia la Notizia ad Ercolano

Ercolano, la truffa della benzina scoperta da Luca Abete. Dalla pistola non esce benzina, ma il conteggio del carburante erogato cresce

Nuova truffa della benzina ad Ercolano dove Luca Abete, storico inviato campano di Striscia la Notizia, ha scovato una stazione di riferimento in cui il conteggio del carburante erogato (e dunque dell’importo) cresce senza che dalla pistola esca la benzina. Un paradosso, considerato già il cospicuo aumento dei prezzi. Ma com’è possibile?

Ercolano, la truffa della benzina non erogata

L’inviato del tg satirico di Canale 5 si è recato ad Ercolano dove un distributore di carburante, stando a quanto denunciato da diversi cittadini, non erogherebbe carburante mentre il contalitri e soprattutto i soldi vanno via. Il filmato mandato in onda mostrerebbe un uomo inserire una banconota da 5 euro in un distributore e pagare quindi in modalità self service di notte.

“Come potete vedere i litri aumentano, anche l’importo di erogazione ma noi la benzina ancora non l’abbiamo messa nel serbatoio. Non è giusto. Il conteggio dell’importo cresce anche se dalla pistola non esce una goccia. E il conteggio della benzina parte già dall’estrazione della pistola. Con 5 euro si sarebbero dovuti avere 2 litri e 17 mentre il cliente si trova due, tre dita di benzina in una bottiglia da due litri. Chi lo sa quanti hanno fatto benzina e non si sono accorti che qualcosa andava storto”.

La replica

Sul posto anche il titolare dell’attività che ha replicato: “È impossibile, chi ha detto questa stupidaggine della benzina non erogata. Cosa molto strana, non è mai capitata questa cosa. Ogni due, tre mesi vengono fatti i controlli. Rifacciamolo, fammi vedere. Dove sta l’imbroglio? Noi ti aspettiamo stanotte, sono a disposizione. Grazie della visita“.

Articoli correlati

Back to top button