Cronaca

Errore sulla tessera, termina a lieto fine la storia di Amin Abdelli

NAPOLI. Si è conclusa la vicenda del giovane tunisino, Amin Abdelli, nato a Napoli e registrato erroneamente alla nascita. Grazie ad un’opzione consentita dalla legge e sottoscritta anche dal Comune di Napoli, Amin ottiene la cittadinanza italiana.

La storia di Amin Abdelli

Come riportato da Il Mattino, re anni fa Amin, divenuto chef di una nota catena di ristoranti giapponesi di sushi, scoprì che non era cittadino italiano, nonostante avesse la carta di identità, ma era addirittura irregolare; se ne resero conto al Comune di Longone al Segrino, provincia di Como, dove Amin voleva prendere la residenza.

Dopo un periodo molto difficile , in cui Amin ha pensato anche al suicidio, a metà gennaio scorso è intervenuto nella vicenda l’avvocato nigeriano Hilarry Sedu, che ha iniziato ad assistere il giovane; la prima cosa che il legale ha fatto, è stata di rivolgersi al sindaco di Napoli Luigi De Magistris affinché intervenisse per risolvere il pasticcio.

Articoli correlati

Back to top button