Falso caricabatterie per disattivare il sistema di allarme: 36enne in manette

caricabatterie

Arrestato in flagranza di reato un 36enne di Napoli: l'uomo nascondeva un piccolo aggeggio per disattivare l'allarme delle auto

VOLLA. Arrestato in flagranza di reato un 36enne di Napoli: l’uomo nascondeva un piccolo aggeggio per disattivare l’allarme delle auto.

Disattiva allarmi auto con falso caricabatterie

Nel napoletano è stato scoperto un uomo in possesso di un inibitore di segnali radio nascosto in un caricabatterie, sul quale vengono però messe due normali pile usa e getta. Il ladro, L.R., già noto alle forze dell’ordine, aveva seguito un uomo alla guida di una Hyundai Tucson.

Quest’ultimo si è fermato ed è entrato ignaro nel bar in piazza e dietro di lui un uomo sullo scooter che ha immediatamente parcheggiato accanto alla macchina che la vittima credeva di aver chiuso col telecomando. Il malvivente si è avvicinato alla macchina, e con fare disinvolto l’ha aperta prelevando una borsa contenente un pc portatile e alcuni documenti.Ad assistere alla scena però c’erano due carabinieri in borghese.

I militari insospettiti dal comportamento dell’uomo lo hanno immediatamente fermato per un controllo, e, oltre alla borsa – che dichiarava di sua proprietà – gli hanno trovato nella tasca del giubbotto il caricabatterie, ovvero la centralina che gli ha consentito di aprire la portiera. Nel frattempo è giunto il proprietario dell’auto che ha riconosciuto la sua borsa tra le mani del ladro, che è stato arrestato per furto aggravato.

La borsa è stata così restituita al legittimo proprietario mentre il piccolo aggeggio è stato sequestrato,  ed è in pratica la nuova ‘chiave’ dei furfanti per rubare all’interno delle macchine senza forzare né rompere vetri o portiere.


TAG