Cronaca

Falso permesso di sbarco, in tre indagati ad Ischia: si tratta di due coniugi e un avvocato

La vicenda nasce a seguito di un controllo in pieno centro dell'isola partenopea

Tre persone, due coniugi e un avvocato, sono indagate ad Ischia per falso permesso di sbarco: la vicenda nasce a seguito di un controllo in pieno centro dell’isola partenopea. I poliziotti fermano a bordo di una vettura due persone.

Ischia, falso permesso di sbarco per due coniugi

La vicenda nasce a seguito di un controllo in pieno centro dell’isola partenopea dove i poliziotti fermano a bordo di una vettura due persone. Si tratta di due coniugi napoletani che non avrebbero potuto sbarcare e circolare sull’isola secondo il limite dell’afflusso dei veicoli della Campania ad Ischia.

Il controllo

Oltre ai documenti personali e della vettura, l’uomo mostra un permesso che attira l’attenzione degli agenti: dai controlli successivi emerge che è falso.

Convocato in commissariato il conducente che si giustifica affermando che il permesso gli è stato fornito da un amico ischitano, un avvocato, a titolo di cortesia come già avvenuto in passato. Anche l’avvocato viene ascoltato: nega ogni addebito, ma per i tre scatta il deferimento per concorso in ricettazione ed uso di atto falso.

Articoli correlati

Back to top button