Cronaca

Fanpage, il direttore: “Porta blindata in redazione”

NAPOLI. Il direttore di Fanpage Francesco Piccinini ha parlato ai microfoni della trasmissione Un Giorno da Pecora, in onda su Rai Radio 1. Piccinini ha spiegato l’inchiesta su rifiuti e tangenti portata avanti dalla sua testata che ha causato, tra le altre cose, anche le dimissioni di Roberto De Luca dalla carica di assessore al Bilancio del Comune di Salerno.

L’intervista al direttore di Fanpage

Di seguito l’intervista al direttore di Fanpage Francesco Piccinini durante la trasmissione Un Giorno da Pecora su Rai Radio 1:

Da chi viene data questa valigetta?

«Da Nunzio (Perrella, ex collaboratore di giustizia, ndr) a Mario ‘Rory’ Oliviero, consigliere comunale di Ercolano»

Quanto sarebbe dovuto esserci in quella valigetta?

«Noi gli abbiamo detto che c’erano 50mila euro perché ci fidavamo di lui».

Questi soldi andavano al Presidente della SMA Campania Biagio Iacolare: erano tutti per lui o andavano condivisi?

«Erano i soldi per la “consulenza” di Rory Oliviero per formalizzare l’accordo».

I soldi erano da dare anche ad altri?

«Non ce l’hanno detto».

In questa vicenda non ci sono soldi che sarebbero andati al figlio di Vincenzo De Luca?

«No, assolutamente no».

Siete stati minacciati dopo questa inchiesta?

«Non voglio parlare della parte negativa. Ho saputo che ci sono state situazioni ma non voglio parlarne».

È vero che avete la porta blindata in redazione a Fanpage?

«Si, è vero».

 

Fonte: IlMattino.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button