Cronaca

Fase 2 a Napoli, shopping al via nel caos: vietato misurare gli abiti

Fase 2 a Napoli, il 18 maggio via libera allo shopping nel caos totale: vietato misurare gli abiti. A denunciare la situazione Confcommercio, il quale spiega che non è stata data nessuna modalità da seguire ai commercianti per riaprire al pubblico. Sanificazioni, mascherine, guanti e disinfettante: ecco le regole che il mondo del commercio ha deciso di darsi basandosi sul buon senso.

Fase 2 a Napoli, Shopping al via nel caos

Nel corso di una riunione on line, nel pomeriggio di ieri, come riporta il Mattino, i rappresentanti di categoria hanno anche deciso di inviare una lettera a Palazzo San Giacomo per chiedere l’autorizzazione – dove si rendesse necessario – a utilizzare lo spazio esterno ai propri negozi per mantenere le distanze di sicurezza e evitare eventuali assembramenti.

La richiesta

Il problema – spiega Carla Della Corte, vicepresidente Confcommercio e presidente dell’associazione che mette insieme tutti i negoziani di Chiaia – riguarda, in particolare, i piccoli shop come il mio che non potranno fare entrare più di una persona. Ci stiamo muovendo nel buio: mancano pochi giorni alla riapertura e ognuno fa quello che gli pare mentre – a tutela della salute collettiva – sarebbe indispensabile avere linee guida precise e rigorose”.

Scaricabarile

Confcommercio parla di “scaricabarile” tra governo e regione: “Prima ci avevano parlato di una comunicazione governativa, poi niente più Conte ma De Luca. Insomma, un gran pasticcio. Eppure – conclude il vicepresidente – un protocollo di sicurezza lo avevamo anche presentato ma nessuno ne ha tenuto conto”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button