Cronaca

Federica diventa Christian senza alcun intervento chirurgico: la storica sentenza del Tribunale di Napoli

Cambia nome senza cambiare sesso. Succede a Napoli, dove Federica diventa Christian. “Avevo un obiettivo e l’ho raggiunto, ci ho sempre creduto. La sentenza del Tribunale è il parziale coronamento di un sogno. “Prima era un sopravvivere, non un vivere. Per anni ho dovuto fingere e vivere una vita che non era mia. E’ il risultato di tanti sacrifici“.

Christian ha 34 anni ed abita a Pozzuoli. Fino a qualche giorno fa, per l’anagrafe era Federica. Adesso il Tribunale di Napoli con una sentenza ha ordinato all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di procedere alla rettifica dell’atto di nascita.

Pozzuoli, Federica diventa Christian senza cambiare sesso: la storia

L’indicazione del sesso femminile deve essere modificata in sesso maschile e l’indicazione del nome “Federica” in “Christian“. Fin qui sembra una storia come tante altre. Ma a renderla unica è il fatto che Christian non è stato costretto a sottoporsi a un intervento chirurgico. “Purtroppo – dice – ho una grave patologia, temo che sia cronica, può andare leggermente a migliorare ma non è una situazione risolvibile.
Una piccola speranza c’è sempre. Se i valori migliorano si potrebbe fare, però è un percorso abbastanza lungo”.

“Con una decisione che va a piantare una pietra miliare nel cammino che porta i transgender alla visibilità sociale del fenomeno – spiega Claudio Russo, l’avvocato che ha seguito il caso di Christian – anche il Tribunale di Napoli si è schierato in materia, in linea con quanto disposto già dai Tribunali di Messina, Roma, Rovereto, Siena e Trapani, aderendo pienamente all’indirizzo della Corte Costituzionale. Federica sin dall’età di otto anni si era percepita all’interno di un corpo sbagliato. Era donna, ma si sentiva uomo. Non sapeva che, in Italia, era possibile cambiare sesso e a 19 anni aveva iniziato un percorso che perseguisse tale fine, ma era emersa una problematica renale che aveva fermato i propositi della ragazza. Federica però non si era arresa, voleva diventare Christian, anzi voleva essere Christian, perché lo era sempre stata”.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio