Cronaca

“Niente più prelievi del sangue, basterà un semplice braccialetto”: l’annuncio della Federico II

L'annuncio dell'Università Federico II di Napoli nel corso del congresso Medicina Interna 4.0

“Niente più prelievi del sangue, basterà un semplice braccialetto per misurare glicemia, elettroliti, sodio, potassio e bnp”, è l’annuncio dell’Università Federico II di Napoli nel corso del congresso Medicina Interna 4.0.

Federico II: “Niente prelievi del sangue, basterà un braccialetto”

Basteranno pochi anni e non sarà più necessario effettuare prelievi del sangue per le analisi, semplicemente indossando un braccialetto sarà possibile misurare glicemia, elettroliti, sodio, potassio e bnp per lo scompenso cardiaco. I dati saranno poi trasmessi da remoto in tempo reale ad una centrale operativa.

È quanto annunciato nel corso del convegno “Medicina Interna 4.0” a Napoli dove hanno partecipato circa 70 specialisti di tutta Italia.

Il convegno

“Con il professor Paolo Netti e il CRIB stiamo sviluppando alla Federico II laboratori che utilizzano biosensori di ultimissima generazione attraverso sistemi già disponibili – spiega Antonio Cittadini, professore ordinario di Medicina Interna presso l’Università – in modo da eseguire gran parte degli esami grazie a sensori che si applicano sulla pelle, senza bisogno di aghi e prelievi di sangue. Il tutto, ad esempio, per intervenire nella cura degli scompensi cardiaci”.

“Il cambiamento del mondo della salute e della sanità passa attraverso l’innovazione e la digitalizzazione – afferma Vincenzo Santagada, assessore alla Salute del Comune di Napoli – e far “camminare” i dati permette di mettere in contatto costante i pazienti con le strutture sanitarie e gli operatori. Ma servono anche operatori sanitari 4.0 ed è giusto puntare sulla formazione”.

Articoli correlati

Back to top button