Cronaca

Shock a Frattamaggiore, gli danno fuoco in strada: l’orrore durante una videochiamata con la fidanzata

Frattamaggiore, gli danno fuoco in strada mentre faceva una videochiamata con la sua fidanzata. Uomo di 36 anni in condizioni critiche

Stava su una panchina in videochiamata con la sua fidanzata, quando qualcuno gli ha lanciato del liquido infiammabile sul corpo e gli ha dato fuoco. L’agguato si è verificato giovedì notte a Frattamaggiore, lungo il viale Tiziano. Lo riporta l’odierna edizione de Il Mattino. 

Frattamaggiore, gli danno fuoco mentre faceva una videochiamata con la fidanzata

L’uomo, Nicola Lupoli, 36 anni del posto e di professione “svuota cantine”, è stato soccorso e portato in ambulanza all’ospedale San Giovanni di Dio. Qui i sanitari hanno deciso di trasferirlo presso il centro grandi ustionati, prima al Cardarelli e poi a Bari. L’unica testimone del raccapricciante episodio è la sua fidanzata che ha  dichiarato agli agenti del commissariato di Frattamaggiore di aver notato un’ombra alle spalle del fidanzato, che in pochi secondi ha versato del liquido infiammabile e poi appiccato le fiamme con un accendino. La polizia indaga a 360 gradi e le condizioni del ferito sono ritenute gravissime e in imminente pericolo di vita.

I soccorsi

A portarlo in ospedale è stato suo fratello giunto sul posto. Ha ustioni sul corpo e le sue condizioni sono molto gravi: per lui prognosi riservata e coma farmacologico.

Indagini sul movente

Come riporta Il Mattino, la fidanzata ha spiegato che durante il colloquio è comparsa dal buio della notte un’ombra, che ha gettato il liquido sull’uomo e poi ha acceso il fuoco con un accendino. Stando agli inquirenti, il raid potrebbe essere la conseguenza di qualche lite dei giorni precedenti, ma non viene esclusa alcuna pista.

Articoli correlati

Back to top button