Cronaca

Frode fiscale, sequestro della Guardia di Finanza per oltre 500mila euro nel Napoletano

I finanzieri di Torre Annunziata hanno eseguito un decreto di sequestro per oltre 500 mila euro nei confronti di una società fittiziamente trasferita a Boscotrecase  e del suo amministratore di fatto, resosi responsabile dei reati di frode fiscale.

Sequestro della Guardia di Finanza per oltre 500mila euro ad una società di Boscotracase

L’impresa oggetto dell’indagine, operante nel settore delle pulizie, aveva una base imponibile sottratta a tassazione ed un volume d’affari “inquinato” da fatture riguardanti operazioni inesistenti per oltre 2 milioni di euro.

La società, era stata trasformata in una vera e propria “bara fiscale”, per consentire l’illecita evasione tributaria delle altre aziende riconducibili allo stesso amministratore di fatto, era stata intestata a due soggetti che si sono succeduti nel tempo: il primo, un venditore ambulante di cd e dvd contraffatti, addirittura detenuto nello stesso periodo in cui formalmente ricopriva la carica di amministratore, ed il secondo, un clochard senza fissa dimora.

Il sequestro patrimoniale, per la somma complessiva di euro 519 mila, ha interessato liquidità presente sui conti correnti dell’amministratore, oltre a centinaia di migliaia di euro in contanti rinvenuti all’interno delle sue cassette di sicurezza.

 

Articoli correlati

Back to top button