Napoli, fuochi d’artificio per la scarcerazione di un detenuto

Fuochi-artificio-detenuto-Napoli

Fuochi d'artificio per un detenuto a Napoli, la denuncia di Borrelli. Il Consigliere Regionale dei Verdi pubblica il video su Facebook

Fuochi d’artificio per un detenuto. Via Nuova Poggioreale, durante la notte fra martedì mercoledì, è stata letteralmente occupata da un gruppo di incivili. Sulla strada sono state disposte diverse batterie di fuochi, sparate per diversi minuti facendo sobbalzare i residenti della zona e, soprattutto, bloccando la circolazione delle automobili.

Un trend che ogni giorno sembra diventare sempre più di moda: sparare fuochi nei pressi del carcere per festeggiare la liberazione di un detenuto.

Fuochi d’artificio per un detenuto

Il tutto esplodendo batterie probabilmente illegali e senza autorizzazione municipale. A denunciare il fatto, Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

Le parole di Borrelli

“C’è un problema serio dei cittadini incivili e delinquenti che sparano in ogni ore del giorno e della notte che va risolto. Ma qui siamo all’assurdo. Non è possibile pensare che nelle strade di una grande città come Napoli si permetta a quattro delinquenti di bloccare la circolazione e infastidire i residenti – ha aggiunto Borrelli – Non possiamo permettere che questa nuova pratica della parte sporca della nostra comunità continui a creare disagio.

Bisogna intervenire al più presto per dare un segnale forte, per far capire che nelle strade pubbliche bisogna rispettare le regole e le norme del codice stradale, non quelle dei criminali. Non è possibile che delinquenti e incivili si sentano liberi di sparare fuochi in ogni ora del giorno e della notte senza che nessuno intervenga”.

TAG