CronacaCuriosità

Furbetti del cartellino in ospedale, processo a rischio prescrizione

Furbetti del cartellino in ospedale, processo a rischio prescrizione. Sono passati già due anni da quel caso e la giustizia non ha fatto ancora il suo corso.

Furbetti del cartellino in ospedale, processo a rischio prescrizione

La scure della prescrizione rischia di abbattersi sul processo ai cosiddetti «furbetti» del cartellino del Loreto Mare, finiti al centro delle accuse della Procura di Napoli nel febbraio 2017. Troppo lunghi i tempi del dibattimento, troppo numerosi i testimoni da ascoltare, tanti anche gli episodi da valutare (118 casi) e le posizioni degli imputati a giudizio (87, fra medici e infermieri). Nonostante gli sforzi di giudice, pm e avvocati, il dibattimento non promette tempi brevi e così alla scorsa udienza il pm Frongillo ha chiesto di dividere il processo in due tronconi, stralciando le posizioni dei medici da quelle degli infermieri.


Loreto Mare1


La possibile soluzione

Procedere su due binari processuali paralleli potrebbe essere una soluzione per avanzare più speditamente ed evitare che tutto cada in prescrizione. Si attende ora la decisione del giudice monocratico della prima sezione del Tribunale, dinanzi al quale si celebra il processo. Il dibattimento, iniziato a novembre di due anni fa, intanto è ancora nella fase dell’esame dei testimoni della pubblica accusa. Venerdì l’udienza è stata dedicata alla testimonianza di un investigatore che ha ricostruito in aula i dettagli delle attività investigative concentrate su uno dei medici accusati di assenteismo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button