Cronaca

Furto durante la messa di Natale a Qualiano: “Anche colpa mia”

Furto in casa del parroco di una chiesa a Qualiano mentre stava celebrando la messa di Natale: “Forse la colpa è anche la mia, forse avrei dovuto e dovrei annunciare meglio il Vangelo. Chi ha svaligiato la mia casa lo avrà fatto perché aveva bisogno del pane”. Lo riporta il Mattino.

Qualiano, furto in casa del parroco durante la messa di Natale

I ladri colpiscono ancora una volta. Si sarebbero introdotto in casa del parroco della chiesa Maria Santissima Immacolata di Qualiano, mentre lui celebrava la messa di Natale. I ladri hanno rotto la serratura e poi si sono calati da una finestra annodando una serie di camicie. Una scena insomma da film. Il bottino è stato scarso, per sfortuna dei malviventi: asportati qualche monile e un po’ di soldi, prelevati da una cassaforte.

Su Facebook il parroco amareggiato ha dichiarato: “Forse la colpa è anche la mia, forse avrei dovuto e dovrei annunciare meglio il Vangelo. Chi ha svaligiato la mia casa lo avrà fatto perché aveva bisogno del pane. Ma non ci si sfama attraverso l’imbroglio, la disonestà, il furto e la sopraffazione. Vorrei dire a queste persone che se avessero conosciuto Gesù, la sua parola, forse non avrebbero agito in questo modo. Per questo mi assumo la mia parte di responsabilità”.

Il parroco ha dichiarato quanto accaduto tramite un videomessaggio: le immagini sono diventate immediatamente virali. “Quando ho visto i miei abiti annodati in quel modo – racconta – mi è tornata alla mente una celebre scena di un film di Totò. Ho preso il telefono per registrare tutto e ho ritenuto opportuno informare personalmente i fedeli. Il furto è avvenuto mentre attendevamo la nascita di Gesù, proprio nei momenti in cui si celebrava l’eucaristia e pregavamo per i poveri e le vittime di guerra. Viviamo tempi difficili. Tempi in cui il male sembra prendere il sopravvento e dove i baluardi della fede sono in netta minoranza. Abbiamo il dovere di non arrenderci al male e di rendere migliore questo mondo che si sta corrompendo. Quindi, nonostante ciò che è avvenuto l’altra notte, nonostante questa triste esperienza, perdono tutti e auguro buon Natale anche a coloro che hanno svaligiato la canonica.”

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button