Cronaca

Genny è il bimbo più generoso della città, premiato a Napoli

Genny Paradisone è il bimbo più generoso di Napoli e per la sua estrema bontà è stato premiato dall’amministrazione comunale. Il bambino a soli 10 anni si è distinto per il suo impegno civico e nelle attività sociali di cura per i coetanei più bisognosi.

Premiato a Napoli Genny, il bimbo più generoso della città

Oggi, 20 dicembre, Genny Paradisone è stato premiato dal Comune di Napoli per il suo “impegno civico”. Il giovanissimo “si è distinto per le attività sociali svolte a favore dei suoi coetanei più bisognosi“. Il riconoscimento gli è stato attribuito in occasione l’inaugurazione dell’iniziativa “Giocattolo sospeso”, che – con la regia del Comune di Napoli e il contributo di una rete di negozianti – donerà qualche sorriso ai bambini delle famiglie meno abbienti.

Sono stati gli episodi raccontati dal giovane. Genny ha raccontato che durante la pandemia ha collaborato come volontario nella raccolta e distribuzione di mascherine e doni per i bambini della municipalità 7. Sempre come volontario ha aiutato l’associazione “Ripuliamo Napoli” nella cura del Giardino di Melissa, un’area verde nata da un’ex discarica nel cuore di Scampia.

Con la stessa associazione partecipa, tutti gli anni, alla manifestazione “10,100,1000 Babbi Natale a Scampia”: lui si occupa di raccogliere dolciumi e doni da distribuire ai bambini. Non si ferma qui l’impegno di Genny: raccoglie materiale scolastico per distribuirlo ai bambini dell’VIII municipalità, partecipa alla Giornata della colletta alimentare del Banco Alimentare di Fisciano, nel Salernitano, e con Soul Express è diventato volontario e piccolo ambasciatore Unicef accogliendo, tra l’altro, i primi bambini profughi di guerra ucraini presso il Covid Residence dell’Ospedale del Mare di Napoli. Fa tutto con il sorriso, spiegano orgogliosi mamma e papà.

L’assessora ai Giovani e al Lavoro del Comune di Napoli, Chiara Marciani, ha dichiarato: “Volevamo anche quest’anno premiare un bambino che con il suo esempio, fatto di gesti e azioni, possa essere di ispirazione per tutti e con un sondaggio tra gli istituti scolastici abbiamo scovato la storia sorprendente di Genny, suggerita dalla dirigente del suo istituto, Marianna Guarino. Quel che più ci ha piacevolmente sorpreso, del piccolo Genny, è che accompagna il suo instancabile impegno personale nella solidarietà con un’azione entusiastica ed efficace di coinvolgimento dei suoi coetanei e dei suoi compagni di classe”.

All’evento di oggi anche l’assessore al Welfare, Luca Trapanese, che ha detto: “Natale è solidarietà e Napoli non si smentisce mai. Sono veramente tante le donazioni che abbiamo ricevuto e noi chiediamo ancora di sostenere il giocattolo sospeso perché i doni arriveranno a tutti i bambini delle nostre famiglie più fragili. In questo momento c’è tanta povertà e abbiamo bisogno di sostenere le famiglie e di dare ai bambini un momento di gioia e di fantasia per un Natale che sia bello per tutti”.

Ileana Picariello

Ileana Picariello, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button