Cronaca

Genny ‘a carogna, da capo ultrà a pentito: vuole collaborare

Gennaro De Tommaso, meglio conosciuto con il soprannome di Genny ‘a carogna, ex capo ultrà dei Mastiffs finito nei guai per vicende legate a traffici illeciti di droga, avrebbe deciso di avviare un percorso di collaborazione con la giustizia. Nei confronti di alcuni familiari sarebbe già stato predisposto il programma di protezione.

Capo ultrà, camorrista e pentito: il percorso di redenzione di Genny ‘a carogna

Non è del tutto certo ma alcuni segnali tenderebbero ad indicare l’intenzione di Gennaro De Tommaso che cinque anni fa fu protagonista di cronache in occasione della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina (coincisa con la tragedia del tifoso azzurro Ciro Esposito) a voler collaborare con la giustizia.

Subito dopo l’ultima condanna a 18 anni di carcere inflittagli nel novembre scorso, De Tommaso ha anche nominato un nuovo difensore di fiducia, revocando il mandato a chi lo ha precedentemente assistito, ed affidandolo ad un legale che lo assisterà nel nuovo percorso di collaborazione.

Articoli correlati

Back to top button