Cronaca

Alessandro morto a 13 anni, il giallo delle ultime ore: “Dopo la pizza un incontro lo turbò”

Alessandro morto a Gragnano: il giallo delle ultime ore. Dopo una serata in pizzeria sarebbe tornato a casa turbato

Proseguono le indagini sulla tragedia di Alessandro, ragazzo di 13 anni morto Gragnano tre mesi fa. Il dramma si consumato nella giornata dell’1 settembre, quando il giovane si è lasciato cadere dal balcone della sua cameretta come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Alessandro morto a Gragnano: il giallo delle ultime ore

Qualcosa sarebbe accaduto la sera prima di quel drammatico 1 settembre. La tragedia potrebbe essere collegata al cyber-bullismo, problema dal quale Alessandro era assillato, tanto da scriverlo in un tema che forse a scuola la media Roncalli di Gragnano nessuno ha mai letto.

A far degenerare la situazione, potrebbe essere qualcosa accaduto la sera prima, nelle ultime ore trascorse con gli amici e la fidanzatina. La sera del 31 agosto si erano dati appuntamento in una pizzeria per una rimpatriata dopo le vacanze. Avevano festeggiato l’onomastico di Alessandro con qualche giorno di ritardo. Ma sarebbe accaduto qualcosa durante quella serata.

I dubbi

Alessandro non sarebbe tornato a casa a piedi, come aveva detto. Avrebbe accettato un passaggio insieme a un amico. Con lui, in auto, c’erano fidanzatina e la mamma, che lo avrebbero trattenuto per qualche minuto in più nell’abitacolo. “Mia mamma si è offesa” sarebbe il contenuto di un messaggio in chat qualche minuto dopo l’accaduto. Alessandro sarebbe tornato a casa dopo le 23, particolarmente turbato, come confermato dal padre: “Aveva il viso triste, era turbato, mi ha risposto in maniera vaga. Cos’è successo alla festa? Cosa si sono detti in auto? E perché Ale mi ha detto di essere tornato a piedi?”.

Articoli correlati

Back to top button