Cronaca

Napoli, la donna derubata del Gratta e vinci milionario: “Paralizzata dall’emozione, così il tabaccaio mi ha fregata”

Gratta e Vinci milionario di Napoli, il racconto dell'anziana vincitrice. Ecco come il tabaccaio le ha rubato il biglietto

Parla l’anziana derubata del Gratta e Vinci milionario di Napoli. La donna, al Mattino, ha raccontato: Non ha avuto la forza di reagire. Non ce l’ha fatta ad urlare”. Poco dopo essersi accorta di essere stata baciata dalla fortuna, ha più volte letto le indicazioni presenti sul biglietto, accorgendosi di aver vinto 500mila euro.

Gratta e Vinci milionario di Napoli, parla l’anziana vincitrice

Inizialmente non riuscivo a credere che tale vincita da 500mila euro fosse reale e per tale motivo, dopo aver più volte controllato e riletto le istruzioni, chiedevo al ragazzo che lavorava all’interno del negozio del tabaccaio di verificare la vincita, cosa che lo stesso effettuava, passando il biglietto vincente attraverso lo scanner per la verifica delle vincite. Il ragazzo, anch’egli stupito, mi confermava la vincita dell’importo di 500mila euro, chiamava immediatamente la moglie, che è la figlia del proprietario del tabaccaio, riferendole tale evento”. 

Nel racconto ai carabinieri, la donna ha spiegato che dopo alcuni minuti, è giunto all’interno della tabaccheria il proprietario dell’attività, che si chiama Gaetano, che si faceva consegnare il ticket vincente per poter a sua volta verificare la vincita.

Il racconto

“In quei frangenti, visto i momenti concitati e l’emozione per la vincita, non mi rendevo conto di nulla e non riuscivo a bloccare il signor Gaetano, che saliva a bordo di uno scooter, portando con sé il ticket vincente, dirigendosi verso Santa Teresa degli scalzi, senza più far ritorno presso la ricevitoria. Ho atteso invano il rientro del signor Gaetano, fino alle 12, mentre il ragazzo del negozio, parente del signor Gaetano, mi riferiva che avrebbero fatto il possibile per rintracciare quell’uomo e farlo ritornare presso la ricevitoria per restituirmi il mio tagliando”.

Articoli correlati

Back to top button